martedì 2 dicembre 2014

PRESENTAZIONE de L'Ombra della Lupa di Giovanna Mazzilli

Buona sera di nuovo, bloggers e lettori! Stasera ho tantissime cose di proporvi, una di queste è il libro di Giovanna Mazzilli: "L'Ombra della Lupa", un romanzo avvincente che saprà coinvolgermi dalla prima all'ultima pagina e che io non vedo l'ora di comprare!

Titolo: L'Ombra della Lupa
Autore: Giovanna Mazzilli

Biografia dell'autrice:
Nata a Milano, il 22 novembre 1983. Felicemente sposata da cinque anni con la sua anima gemella. Dopo aver ottenuto il diploma di odontotecnico, inizia a lavorare come commessa, scrivendo purtroppo solo nel tempo libero, qualunque cosa le passasse per la mente: idee, poesie, frasi o racconti. Ha una passione viscerale per la lettura, dal fantasy al romantico, senza tralasciare i romanzi storici e i grandi classici. Non ha mai abbandonato l’amore per la scrittura, e grazie al sostegno del marito, ha iniziato a mettere nero su bianco i suoi pensieri, rendendoli concreti e scatenando la sua fantasia. Adora creare molteplici personaggi, e riversa in loro tutte le sue emozioni e i suoi sentimenti. Ha una passione per la poesia, e adora scriverne soprattutto quando piove e il clima aiuta a tirare fuori la sua vena malinconica, che scatena la scintilla poetica. Ama la storia, soprattutto quella che riguarda l’antico Egitto, i suoi misteri e le sue innumerevoli icone regali. Il suo più grande sogno è scrivere un romanzo emozionale come quelli della famosa autrice Paullina Simons che con i suoi libri ha commosso molte lettrici.

Il suo romanzo d’esordio è Sweet Destiny, pubblicato nel 2014 con la Casa Editrice digitale Genesis Publishing.

Sinossi:
Adyn, stanca della sua vita piatta e senza emozioni, decide di attraversare il portale, andando contro le leggi del suo mondo, ma soprattutto contro la madre. Si ritrova così dentro le mura del Colosseo, nella Roma che lei tanto ama, ma di cui non conosce nulla, se non quello scoperto di nascosto sui libri a lei proibiti. Quella che per lei doveva essere una notte indimenticabile, si trasforma presto in un incubo, quando un licantropo, nemico della sua razza da sempre, la aggredisce con l’intento di scoprire l’ingresso del portale. Adyn coinvolta nella lotta, scatenerà involontariamente una maledizione che cambierà il corso del suo destino. Ma il fato non ha solo questo in serbo per lei. L’incontro con Leost darà una scossa alle fondamenta del suo cuore, spingendola ad andare contro la sua natura di Fata. Anche lui è un licantropo, ma diverso dagli altri, non uccide gli esseri come lei. Il sentimento che nasce tra loro è intenso e legherà le loro anime indissolubilmente. Ma la maledizione è innescata e nessuno immagina le sue conseguenze. Riuscirà Adyn a rinunciare a quei sentimenti? Leost la lascerà tornare indietro, sapendo di non rivederla più?

L’Ombra della Lupa: Una Fata, un licantropo, una maledizione e un amore impossibile.


Vi lascio con una chicca anche di questo bellissimo romanzo che vi invito a comprare: "Lo guardò sconvolta, le lacrime bagnarono il suo viso e gocciolarono sulla sua maglia bianca. Gocce di pioggia si unirono a quelle lacrime, inumidendo ancora di più i loro abiti.
Aveva voglia di stringerla tra le braccia e consolarla, ma il temporale arrivò nel momento giusto.
«Mi dispiace Adyn. Ti giuro che lo faccio solo per il tuo bene. Non odiarmi…»
«Non odiarti? Come puoi chiedermelo? Mi stai obbligando a lasciare Roma e a non tornarci più sapendo benissimo cosa significa per me questa città. Sapendo benissimo che a Madyon io mi sento morire!» sbraitò continuando a singhiozzare. «Chi sei tu per costringermi a fare come dici?»
La pioggia scrosciava sempre più forte. Adyn si strappò via la bandana dai capelli e la gettò con rabbia contro la motocicletta. Leost rimase impietrito, credendo di aver sentito un ringhio provenire dalla sua gola.
«Ok, farò come vuoi. Inizia a dimenticarmi io lo sto già facendo» disse infine lei, spingendolo via con rabbia, prima di iniziare a correre verso l’entrata del Colosseo.
«Adyn aspetta!» urlò lui, seguendola.
Ignorando la sua voce, alcuni istanti dopo, si ritrovò davanti al portale, pronta ad attraversarlo col cuore sbriciolato dalla disperazione.
«Adyn no!» lo sentì gridare, ma l’energia di apertura era già stata attivata. "Addio Leost", pensò chiudendo gli occhi e avanzando nello spacco temporale."

Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...