mercoledì 8 aprile 2015

RECENSIONE di Un giorno da favola di Fabiola d'Amico

Buon pomeriggio, bloggers e lettori! Come va? So che non ho aggiornato molto il blog negli ultimi tempi, ma come ripeto, marzo è stato un mese caotico e spero che alternando lo studio alla lettura dei libri per l'università ai libri da recensire per il blog, io mi calmi un po' e sta funzionando. Come potrete evincere dal titolo, oggi recensirò "Un giorno da favola" di Fabiola d'Amico.

PREMESSA
Ieri avevo voglia di leggere qualcosa di romantico scritto da Fabiola, sapevo che dovevo ancora recensire i suoi libri allora mi sono lasciata guidare dall'istinto e ho scelto il primo libro che mi è venuto in mente e ho cominciato a leggerlo. Bello, bellissimo! Ma non vorrei dilungarmi troppo, presto leggerete la mia recensione *w*


TRAMA (da Goodreads)
La vita di Francesca è a un’impasse: a trent’anni non ha smesso di sognare un amore da favola, ma continua a imbattersi nell’uomo sbagliato, come l’avvocato Christian Balardini, tanto affascinante quanto arrogante e pieno di sé, incontrato al culmine di una sciagurata giornata di pioggia. Come se non bastasse, la sua migliore amica l’ha arruolata come wedding planner per il delirante progetto di un matrimonio in perfetto stile regency. Così, in una girandola di avvenimenti, equivoci e un addio al nubilato degno di un romanzo di Jane Austen, le strade di Francesca e Christian continueranno a incrociarsi. E se fosse proprio lui il paladino che da tempo dimora nelle recondite fantasie della nostra eroina romantica?

RECENSIONE
Io mi sono innamorata di questo libro dalla prima pagina, davvero, la storia mi ha conquistata subito. Francesca è una ragazza di trent'anni che ama leggere libri d'amore, romanzi rosa, romance ed erotici e che gestisce un blog con una sua amica, fidanzata con Daniel e del quale è incinta. Francesca è un'adorabile combina guai, spesso mi sono ritrovata a ridere quando si ritrovava bagnata dall'acqua delle auto oppure quando a causa della sua imbranataggine in ospedale, si è rovesciata addosso l'acqua sporca contenuta nel carrello delle pulizie. Mi sono identificata molto spesso con Francesca, lei è una blogger come me e ama leggere, ma non è l'unica cosa che abbiamo in comune io e Francesca, io amo Jane Austen tanto quanto la ama lei, in fondo anch'io amo i romanzi romance e d'amore perché permettono di sognare e di fantasticare. Francesca si è chiusa in se stessa dopo la fine della sua ultima storia d'amore ed è una rinomata psicologa specializzata in sessuologia, siccome è stata chiamata a presenziare in tribunale, un giorno conosce Christian e da quel momento.... Non posso dirvi nient'altro, davvero, è molto difficile per me, sono a rischio di spoiler ma non dirò nulla. Promesso. 

A me è piaciuta molto la caratterizzazione dei personaggi, la backstory di Francesca e Christian. Ehi, si chiama Christian! So che in molte avrete pensato subito a Christian Grey ma lui non è proprio così, anzi, il suo comportamento è giustificato non solo dal suo lavoro ma anche dalla storia che ha alle sue spalle, insomma, secondo me Fabiola è riuscita a rendere la psicologia dei personaggi alla perfezione. Il libro è scritto in terza persona e c'è un alternanza di punti di vista, in cui il narratore onnisciente si focalizza sui sentimenti, sulle emozioni prima di Francesca, poi di Christian ed infine di Daniel e Maria, rispettivamente il fidanzato e la migliore amica di Francesca. 

Questo libro mi ha fatto desiderare ardentemente una qualsiasi cosa a tema austeniano, sia essa essa una festa in maschera o qualsiasi altra cosa, io amo alla follia Jane Austen e per me questo sarebbe un regalo fantastico! Sì, se Francesca fosse qui probabilmente io e lei staremmo parlando dei ragazzi nei libri d'amore, nei romance. Tra l'altro questo libro mi ha permesso di scoprire come si chiama uno dei miei periodi preferiti della storia inglese (oltre al periodo dei Tudor, naturalmente), il periodo regency. E una cosa che ho trovato davvero geniale era iniziare il capitolo con citazioni tratte da libri romance e romanzi rosa, che mi ha permesso di conoscere autrici che nemmeno conoscevo, e la cosa che mi è piaciuta tanto anche è che le citazioni dei libri all'inizio di ogni capitolo erano collegati con ciò che capitava nel capitolo precedente. Promossa a pieni voti.

Vi saluto con una citazione tratta da questo libro che vi consiglio se volete passare un paio d'ore a divertirvi e anche a sognare l'amore insieme alla protagonista: "Sì, blasonati gentiluomini, belli e intelligenti cavalieri, insomma gli eroi del romance. A volte aveva la certezza di essere stata reincarnata in un'epoca che le era estranea."

Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...