mercoledì 4 luglio 2018

RECENSIONE di Dark Truth di Daria Torresan & Brunilda Begaj

Buona sera, bloggers e lettori! Sono molto stanca, aver fatto 10 km frazionati oggi mi ha totalmente distrutto, e la mancanza di scrivere il mio romanzo si fa sentire molto, ma ho moltissime novità in queste calde settimane di luglio da presentarvi che dovrò mettere da parte per un po' la mia più grande passione per presentarvi dei romanzi accattivanti e sexy.

PREMESSA
Dopo aver letto "Dark Secrets", non potevo non leggere "Dark Truth", il romanzo su Alek e Sheryl. Questi due personaggi mi sono piaciuti moltissimo nel primo libro, e leggere la loro storia è stato davvero molto bello. Questo romanzo è di un livello superiore, a mio avviso, per molte ragioni. Spero che la mia recensione vi piaccia, buona lettura! :*

TRAMA (DA GOODREADS)
Alek O’Connell ha promesso: lei pagherà per mano sua. Perché niente è sacro quanto la sua famiglia e lei ha fatto l’errore di tradirla. Ha sempre servito la legge con integrità, determinazione ed equilibrio, in nome del distintivo che porta. Ora, odio e vendetta gli annebbiano la mente. Vuole umiliarla, ferirla, distruggerla. Eppure più la detesta, più la desidera.
Sheryl Foster sa di aver sbagliato, ma non aveva scelta. Sa che Alek non è più l’uomo di cui si è innamorata, sa che deve temerlo. Non può fidarsi di lui, ma il suo corpo continua a tradirla e il cuore a sperare ingenuamente. Ma lui non è il suo unico nemico. C’è un passato, celato nel buio, che come un segugio la fiuta, la bracca. Dalla sua parte c’è una verità che potrebbe riscattarla agli occhi dell’uomo che ama. La stessa verità che la incatena a quel passato che non si fermerà davanti a nulla pur di riaverla.

RECENSIONE
Woooooooooooooooooow! 


Cavolo, questo libro è migliore del primo, a mio avviso! Forse dico così perché già in "Dark Secrets" tifavo per Alek e Sheryl, ma ad ogni modo, l'ho amato! Amato da morire! Questo è un romanzo che non riuscivo a mettere giù, nemmeno per andare in bagno xD Ieri ho fatto le due meno un quarto per andare avanti a leggere.

Sheryl Foster vive come una fuggitiva, come la criminale che sa di essere, dopo gli eventi che hanno portato alla fine del primo romanzo. Non è mai serena, non può mai rilassarsi cinque minuti perché la sua vita non glie lo permette, ed essenzialmente la sua vita è costituita da Jordi, il suo capo del Princeton, suo fratello Erik e sua zia Lottie. Sheryl lavora nel bar di Jordi per mantenersi, e in più di un'occasione deve sopportare i commenti e le battute dei clienti del bar, che la trattano come una ragazza facile. Ma lei non lo è, è un personaggio che si è costruita così bene che non riesce più a staccarlo dalla sua pelle. Fino a quando Alek O' Connell non irrompe nel locale, bevendo e ballando sensualmente, fino ad ubriacars. E' in quel momento che Sheryl mette tutto in discussione per l'ennesima volta, arrivando a fare l'unica cosa che non avrebbe mai dovuto fare: portarlo a casa sua. Nel suo nascondiglio. Fargli sapere dove si trova. Perché Alek non ha mai smesso di cercarla, dopo ch'è scappata.

I giorni trascorsi lontano non hanno cancellato la memoria dei ricordi.(Sheryl Foster)


Alek O' Connell detesta Sheryl per il tradimento che ha messo in atto con lui e Hope, l'odio e la rabbia sono una costante nella sua vita, come il desiderio di farla pagare per sempre alle Libellule. Una sera si ubriaca e si risveglia nudo nel letto di Sheryl, senza ricordare come ciò sia avvenuto. Sheryl allora gli fa credere che abbiano fatto sesso, anche se non è vero e lui ci crede. A lavoro, abbiamo l'occasione di conoscere la nuova collega di Alek, Cloe Martinez. Cloe è una donna all'apparenza dura, dalla lingua tagliente e da un'ironia forte, ma in realtà è molto fragile. Allo stesso tempo, abbiamo modo di vedere come si comportano i personaggi minori, come Logan, che viene tenuto alla larga da Hope a causa della gelosia di Rhys, oppure River, l'amico del poligono di tiro di Alek.

Io non posso desiderarla.Io devo solo odiarla.(Alek O' Connell)

Alek è deciso più che mai a umiliare e mortificare Sheryl, senza rendersi conto che sotto quell'ostilità nasconde un sentimento ben più grande che ha sempre nascosto a sé stesso. Sheryl, invece, sta ancora combattendo contro i demoni del suo passato e l'improvviso ritorno di Michael Parker, il suo patrigno, la getta di nuovo in svariati attacchi di panico che, secondo me, sono un effetto di sindrome post traumatica da stress. Il crescendo di eventi che poterà alla conclusione sarà adrenalinico, eccitante e, soprattutto, colmo d'amore. Sì, perché se da una parte a inizio romanzo ci scontriamo con l'odio e il senso di colpa di Alek e Sheryl; man a mano che prosegue la storia l'amore e l'affetto reciproco diventano una costante nel romanzo.

Il libro, strutturato in POV alternati di Sheryl e Alek, permette al lettore di entrare nella testa del personaggio, provando le sue stesse sensazioni ed emozioni. Ho amato le poesie di Lucy Dale a inizio capitolo, mi sono piaciute così tanto che le ho trascritte quasi tutte nel quadernetto del blog.

A parte qualche lieve errorino, per me il romanzo è da 4,5 stelline - che purtroppo non posso mettere nella review di Goodreads, perché Goodreads accetta solo voti pieni -. Mi sono affezionata molto a questi personaggi, mi sono rimasti nel cuore molto più di Hope e Rhys. Per me Alek e Sheryl sono perfetti l'uno per l'altra, e questo romanzo rende loro giustizia, perché quando ho finito "Dark Secrets" non vedevo l'ora d'iniziare questo libro.

Vi lascio con una citazione tratta da questo bel romanzo e vi consiglio di seguire l'ordine con cui sto pubblicando le recensioni di questi libri, poiché è l'ordine che le autrici hanno dato alla trilogia:
"(...) Tu metti cuore e sentimento in tutto quello che fai."
(Alek O' Connell)

xoxo,
Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...