sabato 31 dicembre 2022

RECENSIONE DI RAGAZZI DELLA TEMPESTA (SEASONS OF THE STORM #1) DI ELLE COSIMANO

Buon pomeriggio, fantastics! E felice Capodanno! Qualche settimana fa ho fatto una scommessa con me stessa: concludere l'anno con un romanzo. Un romanzo che, speravo, fosse bello. Devo dire che, nonostante le mie perplessità iniziali e il fatto che io sia, ancora, irrimediabilmente influenzata dalle due grosse letture del 2022, ovvero: la saga di Regina Rossa di Victoria Aveyard e la saga di Acotar di Sarah J. Maas, mi ha reso un po' difficile non mettere a confronto entrambe le due saghe con questa dilogia. Beh, di questa dilogia di cui io, ho letto, solo il primo.

PREMESSA
Mi sono sempre sentita attratta da Ragazzi della Tempesta ma, per un motivo per un altro, finivo per non recuperarlo. E gli ultimi mesi del 2022 sono stati tutti all'insegna del recuperare cose che avevo lasciato indietro. Cose che, in ogni caso, lascerò indietro tra qualche mese per tornare a concentrare le mie attenzioni solo e soltanto sul lavoro e sulla scrittura del mio romanzo. Quindi questa follia cesserà. Ma comincio già a sentire i miei personaggi scalpitare affinché io scriva la loro storia. Mi stanno già reclamando. Tuttavia li sto tenendo a bada, con fatica, perché ho ancora un decina di romanzi con cui inaugurare il 2023. Ad ogni modo, nonostante le mie perplessità iniziali, questo romanzo mi ha colpito molto. Soprattutto perché, anni fa, io ero una bimba di Jack Frost e Jack Frost, della Pixar, è tanta roba. Questo, di Jack, è l'unico che potrebbe fargli concorrenza. Non mi stupisce che mi sia piaciuto tanto, in fondo ho un debole per i personaggi tall, dark e brooding! Avrei dovuto capire da questo che le 5 stelle erano non solo una certezza, ma una sicurezza!

TRAMA (DA RIZZOLILIBRI.IT)
Scelta numero uno: vivere o morire. In una gelida notte d’inverno, Jack Sommers è chiamato a scegliere tra vivere per sempre, secondo le antiche leggi magiche di Gaia, o morire. Jack sceglie di vivere e in cambio da quel momento in poi sarà un Inverno. Come le altre Stagioni, ogni anno Jack deve dare la caccia e uccidere chi viene prima di lui. Le leggi di Gaia sono chiare: l’Inverno uccide l’Autunno, l’Autunno uccide l’Estate, l’Estate uccide la Primavera, la Primavera uccide l’Inverno. Questo significa che Jack uccide Amber. Amber uccide Julio. Julio uccide Fleur. E Fleur uccide Jack. Sono tutti addestrati a cacciare e uccidere, e tutti a turno muoiono. Ma quando Jack e Fleur – Inverno e Primavera – sono attratti l’uno dall’altra contro ogni buon senso e regola della natura, la legge spietata che governa le loro vite eterne a un tratto diventa qualcosa di personale e di doloroso. Fleur verrà bandita per sempre, se insieme non troveranno il modo per fermare il ciclo naturale delle cose. Quando le quattro Stagioni si coalizzano, mettendo a rischio la loro immortalità in cambio di amore e libero arbitrio, la loro fuga attraverso il Paese li condurrà in un luogo in cui saranno costretti a difendersi contro un creatore che vuole annientarli.

RECENSIONE
Wow! Per la miseria, wow! Okay, questa sarà tipo la terza recensione che apro così, ma non ci sono altri modi per esprimere ciò che mi ha fatto provare questo romanzo! Ragazzi della Tempesta è molto di più di un fantasy, o del fantasy distopico che sembrava dalla trama e che si è rivelato non è essere. E' un manifesto alla libertà d'espressione. Alla libertà di essere chi si vuole essere. Alla libertà di compiere le proprie scelte, nel bene e nel male. Il libero arbitrio.

Jack Sommers ha diciassette anni quando Gaia lo trova, con la milza perforata. Ormai in punto di morte. Quando viene portato all'Osservatorio. C'è poi un flashforward 30 anni dopo, dove Jack, ancora bloccato nella sua eterna adolescenza, svolge il ruolo di Inverno. Perché, all'interno dell'Osservatorio, convivono tutte le stagioni: Primavere, Estati, Autunni e Inverni. Tutti con uno scopo preciso nel grande schema deciso da Cronos, il padre di Gaia e Padre Tempo: uccidersi a vicenda, alla fine di ogni stagione, affinché il naturale ciclo della vita continui. Ma Jack si sente irrimediabilmente attratto da una Primavera, Fleur. Fleur, dal canto suo e a modo suo, ricambia i suoi sentimenti. Ma mettersi contro Cronos significa solo una cosa: venire Terminati, eliminati, nel modo peggiore possibile. Tornare a essere polvere. Morire definitivamente. Al fianco di Fleur c'è la sua amica di sempre, colei che ha sempre controllato la vita e le decisioni di Fleur, Poppy. Fleur e Poppy erano amiche d'ospedale, quando entrambe erano umane, e i loro linfomi avevano lasciato loro poche settimane di vita. Al fianco di Jack invece c'è Chill, un personaggio a tutto tondo adorabile. A completare il cerchio ci sono Julio Verano, l'Estate, che nasconde molto più di quanto voglia dare a vedere sotto la sua facciata da figone super sicuro di sé ed Amber, l'Autunno. La mia preferita, oltre ad essere proprio Amber, è Marie. Marie, un'ex soldatessa che svolge il ruolo di Supervisore di Julio, spezzata. Forse la più spezzata, nell'animo e nello spirito, la cui backstory mi ha colpito tanto. Forse più di quella di Fleur e Poppy. Mi è rimasta nel cuore. Mi è rimasta dentro, e non credo che potrò mai dimenticare un personaggio che esprimere, a modo suo, tanto dolore e tanto coraggio in 500 pagine. Diciamo che vorrei uno spin off solo su Chill, Marie e Woody. 

Braccati dalle Guardie di Cronos, le stagioni si rendono conto che devono rimanere vicini se vogliono sopravvivere. Diventare più forti. Ma quello che sembrava, inizialmente, un piano solo e soltanto di Jack si rivela essere una macchinazione e una manipolazione del professor Lyon, il Leone. Stavolta non è stato facile comprendere subito le sue manipolazioni, in genere ci riesco bene nei libri, ma stavolta no. Lyon è scaltro, furbo. Molto più furbo di quanto appare.

Un romanzo che parla d'amore, ma anche di sacrificio. E, secondo me, Jack Sommers è un Grifondoro. Insomma, solo i Grifondoro sono disposti a morire per chi amano. Su questo assunto si basa la seconda parte del romanzo: cosa saresti disposto a fare per permettere a chi ami di fare le sue scelte? A cosa saresti disposto a rinunciare per dar loro la vita che hanno sempre sognato? 

In un POV alternato di soli due personaggi, ovvero Jack e Fleur, siamo resi partecipi delle loro emozioni. E dei sentimenti che nutrono l'uno per l'altro, con il passare del naturale ciclo delle stagioni nel mondo - dove loro vengono mandati a gestire determinate regioni, che dominano totalmente.

Cinque magnifiche stelle per un romanzo di chiusura del 2022. Un romanzo che presenta personaggi a tutto tondo, pieni di difetti e virtù. Pieni di debolezze e punti forti. Insomma, un romanzo con la R maiuscola. Totale.

Vi saluto con una citazione tratta da questo romanzo, che vi consiglio di recuperare assolutamente.
"(...) Per amore serve più coraggio che per lottare."
(Amber a Jack)

xoxo,
Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...