martedì 16 gennaio 2018

ANTEPRIMA DE ERA UNA SERA COME TANTE E L'OROSCOPO AVEVA PREDETTO, RACCOLTA DI POESIE DAL 1970 DI ANGELA PUGLISI

Buona pranzo, bloggers e lettori! Quando Emanuela mi ha proposto di partecipare al blogtour di questa raccolta di poesie, le ho detto sì subito: amo le poesie, specialmente le poesie che parlano alla'anima del lettore e mettono a nudo le paure e i timori di ognuno. A fine gennaio/primi di febbraio potrete leggere la mia tappa, ma non vi svelo nulla a riguardo. Spero che la presentazione di questa raccolta di poesie vi attragga tanto quanto ha attratto me la prima volta che ne lessi il titolo.

Quando l'autrice mi ha raccontato con gli occhi commossi di aver finalmente deciso di pubblicare le poesie della madre, sono rimasta incuriosita da quello che era la storia. Un cassetto pieno di fogli ingialliti dal tempo, fogli scritti a mano all'epoca da un adolescente e una ragazza che con cura le conserva tutt'ora. Non accade spesso di riuscire a ritrovare emozioni del genere, non mi accade spesso di parlarvi di poesie, ma questa raccolta è diversa dal solito, non ha lieto fine, non racconta il vissero e felici e contenti, è una raccolta cruda, che a tratti fa male e lascia l'amaro in bocca, parla di delusioni d'amore, le prime delusioni sull'amicizia, il bisogno di credere ad un Dio che non vede, il bisogno di buttarsi giù e spegnersi. Fa da culla finale alle parole, il musicista preferito dell'autrice:


IN USCITA OGGI IN VERSIONE DIGITALE: https://www.amazon.it/sera-tante-loroscopo-aveva-predetto-ebook/dp/B078Z1VK8X/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1516025109&sr=8-1&keywords=era+una+sera+come+tante


SINOSSI
"Era una sera come tante e l'oroscopo aveva predetto" è una raccolta poetica scritta a partire dal 1970 da una giovane ragazza innamorata della scrittura e della sua macchina da scrivere. Si tratta di un viaggio attraverso le tappe della vita: gli amori quelli passionali e quelli che finiscono, le inquietudini, le amicizie, la voglia di libertà e di capire il perché di tante domande a volte senza risposta. Rimane allo stesso tempo un percorso di crescita interiore e spirituale Quella giovane ragazza è mia madre e io ho custodito le sue poesie per tutti questi anni.

xoxo,
Giada

BOOKTOUR OF THE CONSUL'S DAUGHTER BY MARK KNOWLES - GUEST POST -

Hi, sweeties! Welcome to my first blogtour hosted as a tour host for Nurture Book Tours. Do you like this book? Are you familiar with this genre? Don't forget to scroll the post and see the author's guest post!


Title: The Consul’s Daughter: A red-blooded crime thriller based on true events
Author: Mark Knowles
Genre: Historical Fiction – Murder/Mystery, Crime/Thriller
Formats: Paperback & eBook
Published by: Endeavour Press
ISBN-13: 978-1973216827
Pub. Date: November 3rd, 2017
Number of pages: 343
Content Warning: 18+ for brief nudity and violence
Purchase at: Amazon.com, Amazon.ca & Amazon.co.uk

Author Bio: 
Mark Knowles read degrees in Classics and Management Studies at Downing College, Cambridge. After a decade working as a frontline officer and supervisor within the Metropolitan Police Service, he became Head of Classics at a school in Harrogate. He is a particular fan of experimental archaeology and rowed on the reconstructed Ancient Athenian trireme ‘Olympias’ during its last sea trials in Greece in 1994.











Book Synopsis: 
Rome, AD 205: Tribune Ambrosius Milo is the only man in his cohort who enjoys the night watch. Somewhere in the darkness is the man who murdered his wife, and one day he will catch him. But one cold February morning, the fog lifts to reveal the dead body of a young girl on the banks of the Tiber. Led by the quick-tempered Ambrosius, the watchmen track a grim murder scene and locate several seemingly vital clues. But there is trouble afoot, for this was no ordinary young girl. She is a consul’s daughter and, when her distraught parents come to claim her body, it has mysteriously vanished from the Watch House crypt … From the intrigues within the Imperial household to the mean streets of Ancient Rome, The Consul’s Daughter is a red-blooded crime novel based on true events and documented characters.

Find and follow on his:
website and on Twitter

The book tour page:
 http://www.nurtureyourbooks.com/upcoming-nurture-book-tour-the-consuls-daughter-by-mark-knowles/



GUEST POST
If you could write about anyone fiction/nonfiction who would you write about and why?
Any individual who is faced, ultimately alone, with making decisions at critical moments in history that could have catastrophic consequences: I’m interested in the psychology of people in these situations. The difficulty with this is that most of these famous characters have been written about exhaustively: prime ministers, presidents, military commanders. I have been batting about a fictional story involving Winston Churchill for a while, but my agent dissuaded me. Not ready to give up on that one just yet though…

xoxo,
Giada

lunedì 15 gennaio 2018

COVER REVEAL DI VINCENT DI KRISTEN KYLE

Buon anno nuovo, bloggers e lettori! Il cover reveal di oggi riguarda il seguito di un mafia romance che io, personalmente, ho adorato. Il seguito di Nikolaj, Vincent di Kristen Kyle. Buona lettura!

Titolo: Vincent
Autrice: Kristen Kyle
Serie: Men of Honor, #2
Genere: Mafia Romance
Editore: Self-Publishing
Prezzo eBook: € 1.99 (prezzo lancio € 0.99)
Uscita: 15 Gennaio 2018

TRAMA:
Sono nato per essere un re, ma non mi sono piegato al mio destino.
Mi sono impegnato per guadagnare quel privilegio.
Ho combattuto per essere il migliore.
In quella lotta la mente è sempre stata la mia arma più affilata, il cuore un ostacolo da eliminare.
Ho vinto.
Ogni guerra, tuttavia, ha i suoi costi, e io ho commesso un errore che ha distrutto la mia famiglia.
Da allora le mie notti sono turbate dagli incubi, i miei giorni avvelenati dal pentimento e dal rancore.
Ora, però, ho finalmente la possibilità di conquistare la pace.
La donna che ha mi ha rovinato la vita è tornata dal passato in cerca di protezione.
Ha trovato la morte.
Ma la morte è un dono da concedere ai giusti, la vendetta è la condanna dei traditori.
Mariana Hernández pagherà per ogni suo peccato, implorerà la salvezza e invocherà la sua fine.
Non avrò pietà, perché in me non c’è un briciolo di misericordia.
Perché non conosco perdono.
Scenderò all’inferno pur di farmi giustizia.
E Mariana verrà con me.


**Attenzione**
Il romanzo contiene scene di sesso esplicite e tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto e consapevole.
Men of Honor è una serie di romanzi AUTOCONCLUSIVI.



La serie MAN of HONOR è così composta:

1 – Nikolaj
1.5 – Izabella
2 – Vincent
3 – Vasilij (estate 2018)





L’AUTRICE
Kristen Kyle ama la lettura, i gatti e il vino caldo. È cresciuta guardando Il Padrino e Scarface e ha sempre saputo che prima o poi avrebbe scritto un Mafia Romance. Che gusto c’è nel descrivere un “man of honor” senza parlare del suo cuore?
Nikolaj è stato il suo romanzo d’esordio.
Facebook: https://www.facebook.com/KristenKyleMOH/
Goodreads:https://www.goodreads.com/author/show/16161590.Kristen_Kyle
Instagram:https://www.instagram.com/kristenkylemoh/


xoxo,
Giada

sabato 13 gennaio 2018

PRESENTAZIONE di Uno scapolo da sposare di Marianna Vidal

Buon giorno, bloggers e lettori! Dopo mesi di uscite americane, vi presento l'ultimo romanzo di Marianna Vidal, un contemporary romance autoconclusivo super interessante. Buona lettura!

Titolo: Uno scapolo da sposare
Autrice: Marianna Vidal
Editore: Self (Vidal Romance)
Genere: Contemporary Romance
Formato: ebook
Prezzo: € 1,99
Data pubblicazione: 13/01/2018
Protagonisti: Luís María Alvarez e Monica Ranieri
Pagine: 457
Serie: Collana Latinos, vol. 4
Link d'acquisto: https://www.amazon.it/Uno-scapolo-sposare-Latinos-Vol-ebook/dp/B0788719TM/
Pagina autrice: https://www.facebook.com/MariannaVidalAutrice/
Booktrailer: https://youtu.be/_ATCp7-B9qc
Blog autrice: https://mariannavidal.blogspot.it/


Sinossi:
ROMANZO AUTOCONCLUSIVO
Dopo un affrettato matrimonio, che lo ha reso padre, e una prematura vedovanza, Luís ha deciso che nella sua quotidianità non c'è più posto per il matrimonio. La vita è troppo breve per ingabbiarla in stupide regole sociali. L'amore non dura. Lo ha sperimentato sulla sua pelle e dunque è inutile illudersi che ciò possa accadere. Ben venga il divertimento, ma senza complicazioni.
La pensano diversamente i suoi familiari, pronti a tutto pur di trovargli la sposa perfetta.
Monica si è trasferita in Messico con la speranza di ottenere un lavoro e di incontrare il grande amore, ma se il primo bussa addirittura alla sua porta, il secondo è in fuga.
Luís Alvarez sarebbe l'uomo dei suoi sogni. Peccato che sembri disposto ad accontentare tutte, tranne lei.
Ana non ha incertezze: Monica è la sposa ideale per suo fratello e per spingerlo all'altare, senza pentimenti, è disposta a tutto.
Un viaggio tra Italia, Inghilterra e Messico alla scoperta del grande amore.

ESTRATTI



Biografia autore
Marianna Vidal vive a Ischia.
Amante dei libri e delle grandi storie d'amore, è un'inguaribile romantica.
Ha lavorato spesso per il web ed è autrice di saggi e di articoli. Uno scapolo da sposare è il suo quarto romanzo, il terzo della collana Latinos.

xoxo,
Giada

venerdì 12 gennaio 2018

RECENSIONE di Buried Alive di Stacey Marie Brown/ REVIEW of Buried Alive by Stacey Marie Brown

Buona sera, bloggers e lettori! E' da stamattina che lavoro alla recensione di un romanzo americano uscito oggi, che ho adorato. Questo è uno di quei libri che ti lasciano a bocca aperta, per le emozioni trasmesse e per i suoi personaggi coinvolgenti. Personalmente, lo consiglierei a chiunque.


PREMESSA
A inizio dicembre Kiki mi ha detto che ero stata selezionata per recensire in anteprima questo splendido romanzo. I contemporary romance, con un pizzico di sport, sono il mio pane quotidiano. E po' amo da morire gli sport romance, perché non dimentichiamo che "Buried Alive" ha una grande componente riguardante lo sport, in questo caso lo snowboard. Thanks a lot for all! X

SINOSSI (DA GOODREADS)
Nove anni dopo un tragico incidente, Hannah "Brennley" Evans è tornata a casa nelle innevate montagne di Whistler, Canada. Questo è il luogo che l'ha distrutta, dove il suo mondo è andato in pezzi e la ragione per cui ora si fa chiamare Hannah Jennings.
Lottando con il suo tragico passato, Rhys Axton, il famigerato campione dello snowboard, non vuole altro che essere il nuovo aspirante atleta olimpico. Sesso, snowboard ed esercizio fisico è tutto ciò che gli importa, che lo aiuta a chiudere fuori i demoni che lo tormentano e la famiglia che l'ha ripudiato.
Il momento in cui Hannah entra nella sua stanza, lui capisce subito che c'è qualcosa di particolare che la riguarda. Attratto a lei, lui non sembra esser capace di stare alla larga da questa misteriosa ragazza. Sono due anime spezzate che capiscono cosa voglia dire vivere nell'oscurità.
Lui non sa nulla di lei, non sa del segreto che porta dentro di sé e che porterà il suo universo ad accartocciarsi su se stesso, e i segreti che lo seppelliranno vivi entrambi.


RECENSIONE
"Buried Alive" è un contemporary romance da cinque stelle per me, e chiunque legga in inglese dovrebbe leggerlo. Non è la solita storia d'amore. Non è la classica storia di sport che prevede uno sportivo macho e alpha, che passa da una donna all'altra. E' una storia che nasconde molti livelli di profondità, è una storia che lascia un segno profondo nei lettori. Ma partiamo dal principio: il romanzo parla di due persone che cercano di superare una tragedia avvenuta nove anni prima, che ha cambiato le loro vite. Queste persone sono i protagonisti del romanzo, Hannah "Brennley" Evans e Rhys Axton.

Hannah Jennings conduce una vita vuota, fredda, senza alcuna emozione che la coinvolga. Nemmeno avere una storia con il suo ormai ex ragazzo Matt, è riuscita a portarla fuori dalla tomba di ghiaccio in cui vive da quell'infausto giorno di nove anni prima. Non riesce ad essere felice a San Diego, perciò decide di tornare a Whistler, in Canada. Rhys Axton vive ancora all'ombra del suo leggendario fratello Jonah, una promessa dello snowboarding olimpico, morto giovanissimo. Dal primo momento in cui incontra Hannah, sente che lei gli è familiare, ma non riesce a spiegarselo. Rhys è così attratto da lei che decide perfino di farsi servire il cibo in camera da lei stessa, sebbene sia chiaro che la ragazza voglia stargli il più lontano possibile, questo cambio di atteggiamento viene notato subito dal suo coach Shaun e dal suo PR Graham. Ciò che è iniziata come una sfida per far cedere una ragazza che non sembra interessata ad avere una storia da una botta e via con lui, lo porterà ad aprirsi con lei e a confidarsi sul suo senso di inferiorità nei confronti di Jonah e del rifiuto della sua famiglia nei suoi confronti. Hannah, dal canto suo, si sente colpevole per non dirgli chi è per davvero. Lei trova molto difficile vivere la vita appieno, il senso di colpa del sopravvissuto che permea la sua vita e non la molla per un secondo. E' proprio la tragedia a legarla a Rhys Axton, una tragedia che coinvolge il fratello di Hannah, Bryan, e Jonah.

I hardly cried anymore, keeping things close to the chest. But there were rare times when my heart would break through, and privately I would let go. The moment was over, I would put the shield back up, retuning to being numb and aching as though it never happened.Today the shield felt thing and wobbly as if I hadn’t take a strong enough dosage of anesthesia.(Hannah)
La tensione sessuale e la chimica tra loro è innegabile, così intensa che quando andranno a letto insieme la prima volta, le vostre mutande si scioglieranno! Man a mano che la storia prosegue, conosciamo i nemici di Rhys del mondo dello snowboarding, tra cui Jesper Olsson. Jesper è uno snobowarder svedese, che una volta era un caro amico di Rhys, ma che quando le cose sono iniziate ad andargli male, ne ha approfittato e ora sta cercando di superarlo in qualsiasi cosa lui faccia. 

La tragedia che ha cambiato le loro vite per sempre riguarda una valanga che ha investito Brennley, Bryan e Jonah. Siccome rischio di farvi uno spoiler enorme, non vi dirò nient'altro a riguardo. Ma vi assicuro che quando scoprirete cos'è davvero successo in quella montagna, vi lascerà a bocca aperta. Garantito!

Just because I made it off that hill alive and in one piece, didn’t mean I was truly living. My scars, both external and internal, were a constant remainder. (Hannah)
Il libro è strutturato in piccoli e brevi capitoli che contengono un POV alternato, quelli di Hannah e quelli di Rhys. I capitoli che ho adorato di più sono quelli di "Nine years ago", i flashback erano così vividi e ben resi che mi è sembrato di stare dentro al romanzo. I personaggi erano ben resi, ben sviluppati e molto credibili. 

Vi consiglio questo romanzo dal profondo del mio cuore, e spero che l'autrice voglia scrivere il seguito di questo libro perché Rhys e Hannah sono la mia nuova OTP:
"Once the snow had taken everything from me. Buried me alive. I might have broken out of my tomb, but something led me back home where I began to live again and found love and forgiveness.”
(Hannah)

xoxo,
Giada

martedì 9 gennaio 2018

ANTEPRIMA de L'amore che cerchi di Irene Pistolato

Buon pomeriggio, bloggers e lettori! Con un sacchetto di marshmallow vicino al computer, sono pronta per scrivere la recensione del secondo romanzo della Serie del Rischio, "L'amore che cerchi" di Irene Pistolato. La storia aveva del potenziale che non è stato sfruttato, a mio avviso, ma ne ne parlerò più nel dettaglio nella recensione.

PREMESSA
Quando Irene mi chiese di partecipare al Release Blitz del suo libro, ero entusiasta. Amo i romanzi Young Adult, ne leggo tantissimi e in tante lingue. Tuttavia, mi dispiace molto dire che il romanzo non mi è piaciuto molto, e spero che nessuno si arrabbi con me per aver esposto la mia opinione in merito ad esso.

TRAMA (DA GOODREADS)
Eleonora e Max sono cresciuti insieme, sono migliori amici da sempre e hanno un rapporto speciale che li rende in qualche modo inseparabili. Con il passare degli anni, Max si rende conto che non prova più un semplice affetto nei confronti di Eleonora e quando realizza di essersi innamorato di lei, fa di tutto perché non lo scopra, non vuole rovinare la loro solida amicizia. Non è semplice fare la parte del migliore amico e quando la ragazza chiede il suo aiuto, la situazione peggiora: si aprono le porte dell’inferno per Max che deve fingere indifferenza verso la ragazza che ama. Eleonora capirà che cosa prova realmente per Max? Riuscirà a fare chiarezza nella sua testa e nel suo cuore prima di perderlo per sempre?

RECENSIONE
Sono due giorni che rifletto su come iniziare la recensione di questo libro. Non è mai facile scrivere una recensione negativa per me, e penso che non sia facile per nessun autore leggerla. Cominciamo, così potrete capire le ragioni per cui ho dato una stella su Goodreads. Eleonora Zanna e Massimiliano "Max" Rossini sono migliori amici da una vita, lei è la tipica adolescente che prende una cotta ogni 3x2, mentre lui è costretto a soffrire in silenzio e a non confessarle l'amore che prova nei suoi confronti. Massimiliano e Simone sono fratelli gemelli, e oltre a condividere la camera condividono anche le amicizie, ecco perché sanno tutto l'uno dell'altro. I gemelli Rossini hanno risvegliato l'interesse di Noemi, l'amica pazza di Eleonora da sempre, che continua a chiederle come faccia a non essersi mai innamorata di Max. Eleonora è una ragazza molto irritante, non solo pensa che ogni ragazzo che incontri sia la sua anima gemella (io che mi ricordi a 18 anni non ero così), ma ci tiene sempre a ricordare che ora lei ha 18 anni e può fare questo, quello e quest'altro. E ci tiene molto a ricordarvelo, perché la ripetizione della sua età è una costante nel libro. Eleonora conosce Emanuele per caso, dimenticando il suo amore non corrisposto verso Andrea (il figo della scuola), e decide di mettersi insieme a lui. Noemi, da gran brava amica qual è, le ricorda che è l'unica della sua classe a non aver ancora fatto sesso e che ciò non va bene, bisogna darci dentro. Ecco, diciamo che quest'affermazione mi ha lasciata piuttosto allibita. Cioè, è obbligatorio fare sesso con qualcuno solo perché tutte nella tua classe l'hanno già fatto? Basita. Sono rimasta basita da ciò. Se è il suo personaggio a essere strutturato in questo modo, non avrei niente da ridere, ma mi sciocca il messaggio che trasmette. Okay, adesso direte che ho recensito positivamente "Paper Princess" di Erin Watt che è di gran lunga peggiore. Ehm, non è proprio così. Le backstories sono diverse e anche il modo in cui i personaggi di rapportano tra loro è molto diverso da quello che ho potuto leggere in questo libro. Massimiliano è rabbioso, ogni volta che vede Eleonora con un altro non solo sta male, ma si comporta come un fidanzato geloso ed Eleonora è così cieca che non si accorge dei sentimenti del suo migliore amico. Siccome è vergine, e non ha esperienza in nessun campo sessuale, chiede a Massimiliano di aiutarla a migliorare per non deludere Emanuele la prima volta che andrà a letto con lui. Okay, a questo punto del libro mi è scappato un WTF? Eleonora capirà mai che Max è innamorato di lei? Cosa succederà tra loro?

Come potrete aver capito, sono molti i temi toccati da questo romanzo che dire mi hanno lasciato basita sarebbe un eufemismo. Credo che questo sia uno dei pochi libri letti in cui io non abbia legato con la protagonista, ho trovato Eleonora così irritante e sciocca che più di qualche volta ho avuto la tentazione di lasciare come DNF questo libro. Andiamo per punti:
Il tema del sesso è trattato molto male in questo libro, pensato per un pubblico tra i 14 anni e i 18 anni. Se avete letto il mio aggiornamento di Goodreads, saprete che non mi sono piaciute le uscite di Noemi sul sesso (vedi: "devi sbrigarti a perdere la verginità ora che hai il ragazzo, tutte nella nostra classe l'hanno persa tranne te!"), e i pensieri sul sesso di Eleonora (la quale per far colpo dal punto di vista sessuale con Emanuele, il suo ragazzo, decide di chiedere aiuto al suo migliore amico... perché vuole che lui le insegni), i pensieri sul sesso di Max ("non ho molta esperienza, lo noterà?"). Prima che mi chiediate se le frasi fra parentesi siano tratte dal libro, vi dico subito di no. E' un esempio di ciò che ho letto, molto sintetico. E' molto difficile per me esprimervi i miei pensieri senza risultare inopportuna, ma davvero queste cose mi hanno fatto arrabbiare moltissimo. Il tema dei 18 anni. Cosa c'entra, vi chiederete. C'entra, perché tutte le azioni di Eleonora sono fatte perché lei ha 18 anni, e quindi è libera di fare questo, quello e quest'altro. Proprio come vi ho detto nel paragrafo sopra, Eleonora ci tiene che vi ricordiate che ha 18 anni. Premetto che non amo molto le ripetizioni, e leggere le stesse affermazioni da parte della protagonista a un certo punto mi ha irritato così tanto che sono stata costretta a chiudere il Kindle e andare a farmi un giro. Il tema che riguardante l'avvocato Zanna. L'avvocato Zanna è il papà di Eleonora, che è il migliore amico del padre di Massimiliano, il fatto che lui sia un avvocato ci viene ripetutamente detto da Eleonora stessa, che in tantissimi suoi POV si riferisce al suo stesso padre così. Okay, è un avvocato, ma è il tuo papà, no? Che senso ha ripetere ventimila volte il suo titolo di studio? E po' quando lo diceva mi trasmetteva un senso di distacco di Eleonora nei confronti di suo padre. Il tema delle metafore. Dopo la grammatica, questo tema è quello che mi ha più sconvolta. Le metafore vengono usate tantissimo e rallentano l'avanzamento del racconto. "Al solo pensiero le guance si arroventano e prendono fuoco", "(...)per attirare le ragazze come la carta moschicida", "Le mie gambe prendono vita sotto al tavolo", "Mi parte una gomitata in direzione del suo fianco". L'uso errato di alcuni verbi "Mi crogiolo sotto l'acqua fredda: con il sangue che mi ribolle nelle vene, ho proprio bisogno di abbassare la temperatura corporea", Crogiolare secondo la Treccani, infatti crogiolare non rende bene l'idea, poiché la prima immagine che si è formata nella mia mente è stata quella dell'acqua calda che bolle e non l'acqua fredda. "Credo che non appena me ne andrò di casa, andrà di matto.", io ho sempre sentito dire "dare di matto", non "andare di matto". "Mi ritrovo a sorridere, perso a seguire quella scena divertente." , il verbo "perso a seguire" non trasmette la sensazione di una persona intenta a guardare cosa sta succedendo, almeno per quanto mi riguarda. "Gli mostro la lingua. Gliela farò pagare, sa quanto questi film mi facciano terrore.". "Sfiora il mio piacere.", come si fa a sfiorare il piacere con le mani? Forse intendeva sfiorare il suo punto G, no? Questa frase ritorna per almeno sei capitoli, prima di cambiare. "So di aver pensato che lui fosse il ragazzo giusto con cui andare la prima volta, però adesso (...)", ammetto che nemmeno io a 18 anni ho mai detto così, e suona molto male dire così in un libro. Il verbo "andare con" viene usato esclusivamente per indicare i rapporti sessuali, ma non sarebbe meglio dire subito cosa sono invece di fare questi giri di parole? "Camminiamo vicini, parlando del più e del meno, come siamo usi fare da tutta la vita.", ammetto che questa frase mi ha confusa. "Riesco in qualche modo a schienarlo e lo immobilizzo con il mio corpo", anche qui la mia reazione è stata WTF. I rapporti di parentela tra i personaggi. A inizio libro conosciamo lo zio Luca, e per almeno metà del libro ero davvero convinta che fosse parente di Eleonora, quando ho scoperto che era solo un amico di famiglia, proprio come Marco, che viene definito zio Marco. Per quanto questi termini possano trasmettere familiarità, se non viene subito chiarito il ruolo del personaggio il lettore va in confusione, proprio come ci sono andata io. Singolari e plurali usati in modo errato: "Le auricolari", "Le mie mani sono talmente sudate che, passandole sulle gambe, lascia un lieve alone sul tessuto dei pantaloni". L'uso errato del presente al posto del congiuntivo (e viceversa): viste le molte note presenti su questo argomento, vi riporterò solo quelle più importanti. "In un attimo scopro qualcosa di più su di lei e ho la certezza che la mia presenza qui non ha niente a che vedere con i romanzi", "E' possibile essermi rincretinito in questo modo?", "Non smetterò mai di sperare che le cose tra noi assumeranno una nuova piega, nel frattempo posso solo sognare un futuro insieme". Periodi prosaici molto lunghi, intervallati da virgole che allungano il discorso quando dividere la frase in due sintagmi sarebbe stata la scelta migliore: "Non posso farle capire quanto sto morendo dalla voglia di fondere la mia bocca con la sua, quanto vorrei andare a casa e trascorrere l'intero pomeriggio a farci le coccole sul letto". L'uso errato di alcuni verbi. "Comincia ad abbassarsi gli slip senza aspettare che noi uscissimo". La divisione dei paragrafi resa male. Mi spiego: nel romanzo i salti temporali non vengono resi attraverso lo spazio tra un paragrafo e l'altro, ma è tutto attaccato. Non si capisce quando avvenga una cosa oppure quando una determinata azione finisca e inizi il salto temporale (come quando Massimiliano va a Londra con suo fratello). 

Avrei molti altri punti da prendere in esame, per farvi capire cosa sta dietro la mia motivazione di dare una stellina, ma ho fatto 150 note e non posso stare al computer tutta la sera ad analizzarle. 

Il romanzo è strutturato con i POV alternati di Eleonora e Massimiliano, lo scopo è quello di fare in modo che il lettore si appassioni alle loro vicende, filtrate dai loro punti di vista. Mi dispiace dire che non sono riuscita ad appassionarmi alla loro storia, e gran parte di ciò è dovuto ai gravi errori che ho trovato, insieme al fatto che Eleonora come personaggio non mi è proprio piaciuto. Massimiliano l'ho apprezzato di più, ma posso dirvi con certezza che forse l'unico personaggio a cui io mi sia davvero affezionata è Simone, il fratello di Max. 

Questo romanzo aveva del gran potenziale, ma non è stato reso a dovere. A mio avviso c'è bisogno di un editing molto pesante, sotto tutti i punti di vista. Il romanzo presenta comunque una trama carina, che andrebbe sviluppata meglio e l'editing potrebbe solo migliorarlo. 

Vi saluto con una citazione tratta da questo libro, che vi invito comunque a leggere e commentare qui nel blog in modo civile, così da capire cosa vi è piaciuto e cosa a me non è piaciuto:
"Perché l'amore fa così soffrire? Non dovrebbe essere una bella cosa? No, non lo è per niente. Perché amare una persona che non ti vuole è doloroso, ti fa sentire vuoto, quasi ti mancasse qualcosa, un pezzo di cuore forse."
(Massimiliano Rossini)

xoxo,
Giada

RELEASE DAY BLITZ OF LEARNING TO LOVE THE HEAT BY EVERLY LUCAS

Hi, sweeties! Welcome to the Release Day Blitz of "Learning to love the heat" by Everly Lucas, event hosted by Inkslinger PR. Hope you like it! X



Today we have the release day blitz for LEARNING TO LOVE THE HEAT by Everly Lucas! Check it out and grab your copy today!


Title: Learning to Love the Heat
Author: Everly Lucas
Genre: Contemporary Romance

 About Learning to Love the Heat:
What she needs most might be what she least expects…

Living without air conditioning in a Philadelphia heat wave has Claire on the brink of a total meltdown. When she escapes her overheated apartment to spend a day at the park, the last thing she expects—or wants—is for a gorgeous guy to chat her up. But his sweet smile and nerdy charm are impossible for even Claire to resist.

Patience and persistence go hand in hand…

For Ben, Claire is the One, but there’s a small snag—she’s terrified of a man’s touch. But now that he’s found her, he’ll never let her go, even if he never gets to hold her.
Another snag? Her obvious attraction to his best friend.

Sometimes it takes fire to wash you clean…

Ben respects Claire’s firm boundaries, but Andy crashes right through them. He’s arrogant, crude, a total jackass…and criminally sexy.
Even if she can fix what’s broken inside her, how will she choose between the delicious slow burn she feels with Ben and the explosive inferno Andy ignites in her?
Can they find their happy ending without three hearts going up in flames?

Grab Your Copy Today!

Exclusive Excerpt:
Shoving off the wall, I clear the final step and have a fucking heart attack when I see a tall, broad silhouette blocking one of the windows.
“Andy?”
At the sound of his name, he looks over his shoulder, wearing a heart-stopping smile meant just for me.
Simply put, the man steals my breath, leaving my lungs empty and aching. In the dim light of the room, he’s dark and handsome from head to toe, with his glossy black hair, black dress shirt, and charcoal gray pants. Until this moment, I thought only my grandmom and black-and-white movie stars used the word debonair, but Andy DelVecchio is very much here and now and debonair as fuck.
His beauty both lures me in and screams danger, kind of like the first time we met. Only I didn’t know him then, and he didn’t know me. I’m starting to think we were better off that way.
“Peach.” His deep voice caresses my nickname, making my heart stutter. My hand flies to my chest, clutching my literal pearls. “I saw you down there. You really are an angel tonight,” he says, gesturing at, well, all of me.
My knee-jerk response is to reject and deny his words, but instead of keeping that response to myself, my impulsive mouth sets it free. “I’m no angel. Trust me.”
Why I blurt that out is beyond me. It’s not my usual M.O. to open myself up to further discussion about my flaws. They exist. They’re obvious. No need to poke at them.
Stepping farther into the room, I perch on the edge of Ben’s bed, crossing my ankles and folding my hands in my lap. Andy sits beside me, so close our thighs almost touch. I freeze, keeping a watchful eye on the two inches of space between us to make sure they don’t get any radical ideas, like shrinking or disappearing altogether.
“Nobody’s perfect, babe. Some people just come closer to it than others. Benny’s practically a saint, and you…” His rich, brown eyes meet mine, and I can’t look away. I’m trapped by his gaze, with no real desire to break free. “Like I said, you’re an angel. You’ve just got a few broken feathers. That’s all.”
Try a few hundred.
“Ben might be close to perfect, but I’m…” I trail off, shaking my head to finish the thought. Best to keep sidestepping that conversational landmine. “You should hear the way he talks about you, though. It’s embarrassing, really. He’s all, ‘Andy’s super talented.’ ‘Andy’s so much cooler than I’ll ever be.’ ‘Andy’s the absolute shit.’”
Okay, so I’m paraphrasing a bit, but the sentiment is pretty accurate.
Andy’s booming laugh fills the room with pure, concentrated awesomeness. It’s impossible to hear that sound and put up a decent fight against fangirl-level giddiness. I dare anyone to try. It can’t be done.

About Everly Lucas:
After years of rooting for couples and falling for heroes created by other authors, Everly decided to create her own. She now has a crowd of characters hanging out in her head, with no intention of kicking them out.
She lives in Philadelphia with her precious laptop, a cat named Bunny, and a kitten who falls down a lot. Her favorite things include Dr. Pepper, sparkly stuff, blissful silence, and singing while doing the dishes.
Everly can be found on Twitter, like, all the time.

Connect with Everly:
Website | Facebook | Twitter | Instagram | Goodreads


Enter Everly’s Giveaway:


xoxo,
Giada

lunedì 8 gennaio 2018

COVER REVEAL OF THE ISLAND: VAMPIRES OF THE MEROVINGI BY SARAH M. CRADIT

Hi, sweeties! Welcome to the cover reveal of "The vampires of Merovingi" by Sarah M. Cradit, event hosted by Enticing Journey Book Promotions. It's a novel which combines history and fantasy, and it look very promising! *--*


Title: The Island: Vampires of the Merovingi Book 1
Author: Sarah M. Cradit
Genre: Historical Fantasy Horror
Release Date: March 12, 2018

Blurb:
From the USA Today bestselling fantasy author of the House of Crimson & Clover novels comes a chilling new historical fantasy series, Vampires of the Merovingi. Ancient lore, a vidid historical backdrop, and elusive, tantalizing mythical creatures await readers as they dive into the secretive, ancient, powerful world of The Saga of Crimson & Clover. 




1789. Saint-Domingue. Hispaniola. West Indies.

Etienne de Blanchefort has seen incredible success as a colonial planter in the Northern Province of Saint-Domingue. Though uprooting his family from France a decade past was a gamble, life in the tropical West Indies has been good to him, his wife, and four children. With France embroiled in their great revolution across the Atlantic, he harbors little doubt he made the right decision for his family’s future.

Until, that is, the arrival of his fiend.

Etienne’s practical nature cannot reconcile what he knows to be true of his world with what he cannot ignore about the abominable creature haunting his family and the island.

Nor can he ignore his wife’s terrifying dreams that slowly steal her vitality.

Or Victorine’s burgeoning free spirit and wariness of their way of life.

Or Nanette’s curious, furtive behavior as she hides in trees.

Or Marius’ secret new friendship with one he cannot name.

Or Flosine’s unsettling drawings of a man from a time long before theirs.

Etienne’s fiend will not stay elusive for long. He has a request. A very particular, very important request, one that will change the lives of Etienne, his family, and his descendants forever.

Pre-Order Links:
iBooks: http://apple.co/2EmxYbk
Amazon: http://amzn.to/2C3DDl9
Kobo: http://bit.ly/2CCdg69
Barnes & Noble: http://bit.ly/2CooWMP
Google Play: http://bit.ly/2CjkQ9G


Author Bio:
Sarah is the USA Today bestselling author of the Paranormal Southern Gothic series, The House of Crimson & Clover, born of her combined passion for New Orleans, and the mysterious complexity of human nature. Her work has been described as rich, emotive, and highly dimensional. 

An unabashed geek, Sarah enjoys studying obscure subjects like the Plantagenet and Ptolemaic dynasties, and settling debates on provocative Tolkien topics such as why the Great Eagles are not Gandalf's personal taxi service. Passionate about travel, Sarah has visited over twenty countries collecting sparks of inspiration (though New Orleans is where her heart rests). She's a self-professed expert at crafting original songs to sing to her very patient pets, and a seasoned professional at finding ways to humiliate herself (bonus points if it happens in public). When at home in Oregon, her husband and best friend, James, is very kind about indulging her love of fast German cars and expensive lattes.


Social Media Links:
Official Website: http://www.sarahmcradit.com
Facebook: http://www.facebook.com/houseofcrimsonandclover
Twitter: www.twitter.com/thewritersarah
Instagram: www.instagram.com/kissedbyfire31
Pinterest: https://www.pinterest.com/sarahcradit/the-house-of-crimson-and-clover/
Newsletter (new): http://bit.ly/1UwzVWO
Reader Group: http://bit.ly/1ZRAZ7F
Bookbub: https://www.bookbub.com/authors/sarah-m-cradit
Goodreads: https://www.goodreads.com/author/show/6914411.Sarah_M_Cradit

Giveaway:
Direct link: http://www.rafflecopter.com/rafl/display/81aa78941643/

Excerpt:
Nanette rested the quill in the spine of the book, and chanced a recline back into the trunk of the massive pine. The world below her was exotic and charged with briny energy, but up here it was whatever she wished it to be. She could imagine herself a pirate sailing for Île de la Tortue or Port Royal, or a comtesse on retreat from Paris. Adelphe had taught her little about the wide world around them, but Nanette could not be stopped from slipping into her father’s study and delving into his own collection of rare and expensive books.

Books were only words, but words had power. Nanette, on the eve of thirteen, did not yet understand the nature of that power, only that she was entirely under its sway.

Her knowledge of the world was not limited to what she read. Childeric entranced her with tales of kings and bloodlines not ever recorded. Of the hundreds upon thousands of different tongues and dialects. Of golden chalices and wealth beyond even her imagination. 

In the beginning, Nanette wrongly assumed the companionship of Childeric was hers alone. Soon enough, Marius begun babbling of a dark-haired prince who helped him tell afternoon tales with his puppets. Shortly after, Flosine began drawing crude scribbles of the same man, standing on their cliff overlooking the sea. This last cut the deepest, as Nanette had first spotted him in the same manner. She’d claimed him as hers in that very moment.

Only Victorine seemed immune to Childeric’s attentions.

Her maman and papa had also been affected by their new uninvited guest, though neither addressed it except through oddness in their behavior. Maman, not sleeping. Papa, taken to jitters and paranoia. Nanette wanted to tell them Childeric was their friend, but was afraid of being whipped for speaking out of turn.

More, she feared they would see the lie in her eyes. She could not tell of Childeric’s friendship without also repeating his warnings. I am the path to the future of the de Blanchefort dynasty. Follow me, and your world will bloom in ways unimaginable to you now. Turn away, and await your own peril.

His words frightened her. There was nothing playful or adventurous in them, as all their other conversations had been. From then on, she feared the moment he might return and repeat them, or offer further elaboration.

Remembering all this in a huff, Nanette swung her left leg up and accidentally jostled the branch holding her precious ink. With a sharp cry, her gaze traveled toward the ground and the inevitable loss of her only outlet.

She was shocked to see Childeric holding the bottle upright in his right palm, his left outstretched to her.

“You must be more cautious, mon cher,” he chastised. His alabaster flesh reflected the bold green of his tunic, and he seemed preternatural to her; a figment of her dreams.

“I am grateful,” Nanette replied with a hasty breath, gathering her leg and skirt to one side to avoid an unseemly disaster. His hand remained high in the air, an invitation.

She had climbed up with the help of several branches, hitching her skirts to avoid a snag. Going down would be even less ladylike, and she had counted on being alone. Childeric settled her ink down on a nearby flat stretch of dirt and returned with both arms wide. 

Nanette set her lips in a tight line, unwittingly resembling her mother in that moment. She saw no other choice. He was not leaving, and she could not be seen flashing her undergarments in the presence of a man. Unchaperoned, no less. With a fearful glance around the grounds, she pulled in a breath and dropped into his arms. His embrace was solid, but brief. He backed away before the blush could fully form in her cheeks.

She had never before been so close to him. Now, she could see his eyes were the brilliant violet hues of indigo dye, and his skin was lineless, devoid of the markings of the age and experience someone of his words bespoke.

“Has no one discovered your love of trees?” Childeric teased, his blood-red lips forming a smile that paused her heart.

Nanette shook her head. “I must return to the house.”

“Must you?”

Her head pulled to the side, startled by the impudence in his question.

“Your secret will not ever leave my lips,” Childeric said when she found herself unable to form a reply. “As you have kept mine, I shall keep yours.”

Nanette swallowed a lump in her throat. “You’re mistaken. You’ve bade me keep no secret of yours.” 

Childeric paced a circle around her, his steps nimble. “So, you have told your maman and papa of the strange man who visits you and tells you tales?”

“I have not!” Nanette exclaimed, indignant, realizing in the moment his point. Her expression turned cross. “Yet, as I am not the only one you visit, it is not such a secret after all.”

“Marius and Flosine know no better. They see me through the visage of a child. Not you, Nanette. Yours is the age of discernment.”

“It is?”

“They have not yet developed a healthy fear of the world. They trust without thought, and move through life with an artless grace. They do not yet understand the consequence that can follow a decision, a split-second choice.”

“They’re seven and five,” Nanette offered, frozen in spot.

Childeric swept one arm of his brilliant emerald tunic toward the Caribbean. Chartreuse waves lapped at the shore, cresting against the crag. “You stand at the cliffs and innately accept that to fall is to invoke injury. Even death. Yet at the bottom also lies a world unknown to you. You see, in your dreams, that I am the cliff. You have not yet decided where I lead.”

The abruptly adult turn the conversation took left Nanette unwittingly stumbling back up the grassy cliff side. The temptation to continue this palaver was stronger than she’d like to admit, for admitting it would be to embrace her maman’s claim she was nearing her journey as a woman. Her fear of being caught without a chaperone outmaneuvered all other competing emotions.

Her eyes moved toward the ink, standing behind Childeric. To reach it, she would need to either cut a wide berth or brush directly past him. His smile broadened, as if he could see through to the darkest thoughts in her heart. As if he enjoyed them.

“Here you are, mon cher.” Childeric’s outstretched palm held the pot of ink. She’d not even seen him move to reach for it. She couldn’t fathom how he’d done it so quickly. She didn’t want to. “Not a drop spilt.”

Eyes averted, Nanette swiped the pot and murmured her gratitude before whirling and fleeing back over the arc of the cliffs, toward the safety of the house, sensing his indigo eyes burning word-shaped cuts into the soft flesh of her back.

xoxo,
Giada

COVER REVEAL OF TEMPTING PERFECTION BY KRISTIN MAYER

Hi, sweeties! Welcome to the amazin cover reveal of "Tempting Perfection" by Kristin Mayer, event hosted by The Next Step PR. This book looks so promising! *--*

Tempting Perfection by Kristin Mayer.
Romantic Suspense coming February 2, 2018!
#Romance #Suspense



💥 💔 💥 BOOK INFO 💥 💔 💥
Title: Tempting Perfection
Author: Kristin Mayer
Genre: Romantic Suspense
Release Date: February 2, 2018
Cover Designer: Perfect Pear Creative Covers
Photographer: Perrywinkle Photography

📚 Add to Goodreads: http://bit.ly/2w3BUJy

💌 Sign up to promote: http://bit.ly/2f1iSg8

💥 💔 💥 ABOUT THE BOOK 💥 💔 💥


Together we were explosive. Apart we were miserable.

I know he wants more, but he denies himself. His gaze burns with desire when he looks at me. But the wall he has built keeps me out.

I sense he’s hiding something.

But, then, so am I.

To guard our hearts, we’ve kept our secrets locked away. But secrets are like love—one way or another, they find a way.



CONNECT WITH THE AUTHOR:
Website: https://www.authorkristinmayer.com/
Facebook: https://www.facebook.com/AuthorKristinMayer/
Twitter: @author_Kristin
IG: @kristin.mayer
Goodreads: http://bit.ly/2ve1s6v
Amazon Author Page: http://amzn.to/2wmmGCY
Newsletter: http://amzn.to/2wmmGCY
Bookbub: https://www.bookbub.com/profile/kristin-mayer
Personal Facebook Group: https://www.facebook.com/groups/1378399332398528/




xoxo,
Giada

giovedì 4 gennaio 2018

COVER REVEAL OF BOLD BY JENNIFER MICHAEL

Hi, sweeties! Welcome to the cover reveal of "Bold" by Jennifer Michael, event hosted by IndieSage PR. Hope you like it! X

Happy #CoverReveal for BOLD by Jennifer Michael, coming January 17th!



Add to #Goodreads: http://bit.ly/2lyfyvQ

Enter to #win a $10 Amazon Gift Card!

Synopsis
Are you living your life to the fullest?

Do you have regrets?

Noah Mackenzie knows what abandonment feels like, but she’s the girl who dreams big.
Nothing will stand in her way.

Her new world is exciting, and exploring it is the adventure she’s always wished for.

How far would you go for the people you love?
Do you protect the important things in your life with all you’ve got?

Brazen Hale is all heart.
Hard work has gotten him to where he is today, and loyalty runs deep within him.
He’s the perfect catch, but of course, there’s an obstacle for these two . . .


The timing for Noah and Brazen is all wrong.
She’s a temptation that he must find a way to resist.
Will circumstance stand in the way of love, or will these two boldly find their way into one another’s hearts?



About the Author
As a child, Jennifer Michael dreamed of being an author. Life and adulting pushed that dream down to a mere fantasy. Then, as a reader, she found the indie romance world, and the dream that had been long ago deemed unattainable became a reality.

Writing fulfills pieces of Jennifer she lost. She writes stories that range from sweet and sultry to dark and daring. Behind her computer, she’s constantly dreaming up where she’ll go next, not wanting to be put in a specific romance genre box. Pushing limits and striving to conquer wherever the characters take her is the ultimate methods to her madness.

Jennifer resides in southwest Florida where she wishes she spent much more time at the beach. She’s an avid reader of gritty books with deep emotion or dark, twisty plots and fond of more than a few guilty-pleasure television shows. She gets sucked into the world of characters from all mediums.





xoxo,
Giada

TEASER TUESDAY & ESTRATTO INEDITO DI INGANNO PROIBITO DI CATHERINE BC


Buona sera, bloggers e lettori! Ecco la seconda novità letteraria della serata: un teaser esclusivo del prossimo romanzo di Catherine Bc! Buona lettura :*


«Cani e colombi? Forza! È ora di ricominciare! Vi aspettiamo dentro!»

La voce stridula di Laurent ci giunse dalla grande veranda di uno dei bungalow. Le sorrisi e insieme raggiungemmo il set allestito all’interno. Indossai pantaloni bianchi e camicia altrettanto candida, che mi invitarono a lasciare aperta. Emily aveva dei pantaloni morbidi e un top che le fasciava il seno. Non riuscivo a toglierle gli occhi di dosso. Speravo solo che fosse indulgente con me e non mi scambiasse per uno che voleva portarla a letto nel più breve tempo possibile. Tanya arrivò a passo deciso, squadrandoci in modo meticoloso. Chiese di sistemare il cane ai piedi del letto e a noi di salirci.

«Jett, immagina. Siete una coppia giovane e innamorata. L’amore si deve vedere, ok? Non è un amore platonico. Ce l’hai tra le mani. Falle capire che la vuoi. Ne verranno scatti stupendi. Forza!»

Presi Emily tra le braccia godendo del contatto con la sua pelle. Era calda e profumata e mi inebriò. Non le avevo chiesto l’età, ma, nonostante il trucco, sembrava davvero molto giovane. Le passai lentamente il palmo aperto sulla schiena fino a scendere sui suoi lombi. Lei si avvicinò facendo toccare le punte dei nostri nasi. Aveva le lentiggini e io pensai di non averle mai trovate così sexy come in quel momento. La sua bocca era definita e piena, sembrava un frutto succoso e morbido e io mi riscoprii affamato. Un desiderio bruciante si impossessò di me e le sfiorai le labbra con le mie: uno tocco leggero, una tortura lenta, come quando ci si concedeva di accarezzare quanto si sapeva già esserci precluso. Era una cosa irrazionale, un momento fuori dal tempo, in un contesto innaturale: tutti elementi che passarono in secondo piano. Il mio corpo aveva già reagito e la cosa stava diventando imbarazzante.

Ci fu un’altra pausa e ne approfittai per allontanarmi un po’ troppo in fretta. Lei mi mise una mano sulla spalla, delicatamente.

«Va tutto bene?»

«Sì, è tutto ok. Non ti preoccupare.»

«Ci aspettano le foto nella doccia.»

«Fantastico! Arrivo tra due minuti.»

Respirai a fondo cercando di pensare agli aspetti meno belli del mio lavoro, a tutte quelle situazioni in cui ringraziavo il cielo d’aver avuto in dono uno stomaco forte o alle prese per i fondelli che mi avrebbe riservato Stephen quando l’avrebbe saputo. Tutto l’impegno che ci misi fu annullato dopo che il primo getto d’acqua tiepida colpì Emily. Il tessuto diventò trasparente e aderì al suo corpo come una seconda pelle. Il suo seno era pieno e marmoreo allo stesso tempo, coi capezzoli così scuri da creare un forte contrasto col bianco niveo della sua pelle.

«Jett, non startene lì imbambolato! Non te la vorresti scopare? Faglielo capire!»



L’intervento di Tanya risultò sgradevole sia nei toni che nei contenuti. Non avevo bisogno di sforzarmi né di inventare. Stavo desiderando la ragazza che avevo tra le braccia in modo profondo. Alzai le braccia di Emily sopra la sua testa e abbassai la mia per sfiorarle la bocca. Quando sentii la raffica di scatti, proseguii guidato da lei fino a appoggiare la fronte alla base del suo collo. Il mio corpo reagì con esuberanza e orgoglio. Emily se ne accorse e assunse un’aria compiaciuta e birichina che mi spiazzò. Mi fece abbassare la testa fino a offrirmi i capezzoli e coprì con la mano la mia erezione. Non ne sarei uscito degnamente in alcun modo.



xoxo,
Giada

Bando di partecipazione alla VII ediz. del Premio Nazionale di Poesia "L'arte in versi" dell'Associazione Euterpe

Buona sera, bloggers e lettori! Si prospetta una serata ricca di novità succose sia italiane che internazionali. Siete pronti? Bene, iniziamo!

VII Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi” Ideato, fondato e presieduto dal dott. Lorenzo Spurio

Art. 1 – ORGANIZZAZIONE: Viene bandita la VII edizione del Premio Nazionale di Poesia “L’arte in versi”, ideato, fondato e presieduto dal dott. Lorenzo Spurio (poeta, scrittore e critico letterario) e organizzato dalla Associazione Culturale Euterpe di Jesi (AN). Il Premio è sostenuto moralmente dalla Regione Marche, dalla Provincia di Ancona e dal Comune di Jesi e gode della collaborazione esterna delle Associazioni “Le Ragunanze” di Roma, “Verbumlandi-art” di Galatone (LE), “Centro Insieme Onlus” di Napoli, “Il cigno bianco” di Bitetto (BA), Ass. Siciliana Arte e Scienza (ASAS) di Messina e “Arte per amore” di Seravezza (LU). Il bando è raggiungibile al sito www.arteinversi.blogspot.com Art. 2 – ESCLUSIVITÀ: Si può partecipare con opere edite o inedite; qualora l’opera sia edita è necessario indicare nella scheda di partecipazione il riferimento bibliografico in cui l’opera è contenuta. Le opere non devono aver ottenuto un premio da podio (1°, 2° o 3° premio) in un precedente concorso, al momento dell’invio della propria partecipazione, pena l’esclusione. I vincitori del primo premio assoluto nell'edizione precedente non potranno concorrere nella medesima sezione di riferimento, pena l’esclusione. È fatto divieto ai soci fondatori e onorari della Associazione Culturale Euterpe e ai Presidenti delle Associazioni che collaborano esternamente al premio di prendere parte al concorso, pena l’esclusione.

Art. 3 – MINORI e STRANIERI: I minorenni possono partecipare ma è necessario che la scheda dati venga firmata da un genitore o da chi ne ha la potestà indicando il grado di parentela. Gli stranieri che vivono all’estero partecipano gratuitamente. Differentemente gli italiani che vivono all’estero e gli stranieri che vivono in Italia partecipano secondo le indicazioni generali del presente bando.

Art. 4 – REQUISITI: Il concorso si articola in 7 (sette) sezioni identificate dalle lettere dell’alfabeto. Il partecipante può prendere parte a una o più sezioni.

Sezione A – POESIA IN ITALIANO: si partecipa con un massimo di 3 poesie in lingua italiana a tema libero in forma anonima che non devono superare i 35 versi ciascuna (senza conteggiare il titolo, l’eventuale dedica né gli spazi bianchi).

Sezione B – POESIA IN DIALETTO / LINGUA STRANIERA: si partecipa con un massimo di 3 poesie in dialetto o in lingua straniera a tema libero in forma anonima comprensive di traduzione in italiano che non devono superare i 35 versi ciascuna (senza conteggiare il titolo, l’eventuale dedica né gli spazi bianchi). Qualora la traduzione non sia stata fatta dall’autore è necessario indicare in forma precisa il nome del traduttore.

Sezione C – LIBRO EDITO DI POESIA: si partecipa con un solo libro di poesia pubblicato con una casa editrice o auto-prodotto dotato di codice identificativo ISBN. Si accettano anche libri di poesie in dialetto o in lingua straniera (con traduzione a fronte), di haiku e libri di poesia corredati da immagini (foto o quadri). Il partecipante deve inviare 3 (tre) copie cartacee del proprio libro e, qualora ne disponga, anche il file digitale. Si fa presente che è comunque obbligatorio l’invio delle tre copie cartacee.

Sezione D – HAIKU: si partecipa con un massimo di 3 haiku (5-7-5 sillabe) in lingua italiana in forma anonima.

Sezione E – VIDEO-POESIA: si partecipa con una video-poesia che dovrà essere inviata con una delle due seguenti modalità: - Caricandola in YouTube e fornendo nella mail di partecipazione il link del video. In questo caso l’utente non deve apportare modifiche al video né cambi di URL per tutta la durata di svolgimento del premio, pena la squalifica. - Allegando il video (soli formati .avi, .mp4, .wmv) alla mail o mediante il sito di caricamento gratuito WeTransfer. Non verranno considerati validi altri sistemi di trasmissione delle opere (Jumbo mail, Drive, supporto cd o dvd, etc.). Nella scheda di partecipazione l’autore deve dichiarare di aver utilizzato per la produzione del video materiali (foto, video, musiche) propri o di dominio pubblico o, laddove siano opere di terzi, di aver ottenuto le necessarie liberatorie per l’utilizzo, sollevando la Associazione Culturale Euterpe da qualsivoglia disputa possa nascere in merito all’attribuzione di paternità dei componenti del video, pena l’esclusione.

Sezione F – CRITICA LETTERARIA: si partecipa con una recensione o un testo critico o un’analisi dell’opera o un approfondimento o un articolo o un saggio letterario su un’opera poetica classica o contemporanea della letteratura italiana o straniera (comprensiva su autori esordienti) in forma anonima. Il testo potrà focalizzarsi sull’analisi di una singola poesia o di più testi, di una silloge, di un libro o più o dell’intera produzione poetica di un dato autore. Tale testo non dovrà superare le 4 cartelle editoriali pari a 7.200 battute complessive (spazi compresi), senza conteggiare il titolo, le eventuali note a piè di pagina e la bibliografia.

Sezione G – PREFAZIONE DI LIBRO DI POESIA: si partecipa con il testo di una prefazione di un volume di poesia. Tale testo non dovrà superare le 4 cartelle editoriali pari a 7.200 battute complessive (spazi compresi), senza conteggiare il titolo e le eventuali note a piè di pagina. Il testo può essere inviato dal prefatore, dall’autore del libro o dall’editore a mezzo mail. Bisognerà indicare tutti i riferimenti bibliografici del libro (autore, titolo, casa editrice e anno di pubblicazione) e allegare foto della copertina del libro in questione. In alternativa, è anche possibile inviare una copia cartacea del volume dove è inserita la detta prefazione. Il vincitore derivante dal giudizio della Giuria sarà il prefatore.

Art. 5 – CONTRIBUTO: Per prendere parte al Premio è richiesto il contributo di € 10,00 a sezione a copertura delle spese organizzative. È possibile partecipare a più sezioni corrispondendo il relativo contributo. Gli associati della Associazione Culturale Euterpe regolarmente iscritti all’anno di riferimento (2018) hanno diritto a uno sconto del contributo pari al 50% per sezione. Bollettino postale: CC n° 1032645697 Intestato ad Associazione Culturale Euterpe - Causale: VII Premio di Poesia “L’arte in versi” Bonifico: IBAN: IT31H0760102600001032645697 Intestato ad Associazione Culturale Euterpe - Causale: VII Premio di Poesia “L’arte in versi”. Contanti: Nel caso si invii il materiale per posta tradizionale, la quota di partecipazione potrà essere inserita in contanti all’interno del plico.

Art. 6 – SCADENZA E MODALITÀ DI INVIO: La scadenza di invio dei materiali (opere, scheda di iscrizione e ricevuta del contributo) è fissata al 15 maggio 2018. I materiali dovranno pervenire in forma digitale alla mail arteinversi@gmail.com indicando come oggetto “VII Premio di Poesia L’arte in versi”. In alternativa, l’invio può avvenire in formato cartaceo; in questo caso fa fede la data di spedizione. Il plico potrà essere inoltrato a: VII Premio Naz.le di Poesia “L’arte in versi” – Ass. Culturale Euterpe – c/o Dott. Lorenzo Spurio - Via Toscana 3 - 60035 – Jesi (AN) Le sezioni C (Libro edito di poesia) ed E (Video-poesia) prevedono modi diversi di invio delle proprie opere. Per prendere visione delle modalità, si rimanda all’art. 4 del bando.

Art. 7 – ELABORATI: Le opere a concorso non verranno in nessun modo riconsegnate. Per quanto concerne la sezione C, le tre copie del libro verranno depositate in alcune biblioteche della provincia di Ancona. Una copia rimarrà nell’archivio dell’Associazione Culturale Euterpe.

Art. 8 – ESCLUSIONE: Saranno esclusi dalla Segreteria le partecipazioni che non saranno considerate conformi al bando:
a) I testi che riportino il nome, il cognome, il soprannome dell’autore, il motto o altri segni di riconoscimento o di possibile attribuzione dell’opera;
b) I testi che non rispettino i limiti di lunghezza indicati;
c) I testi che siano risultati vincitori di un 1°, 2° o 3° premio in un precedente concorso;
d) I testi di autori che abbiano vinto il 1° premio assoluto nella medesima sezione nella precedente edizione del Premio; e) I testi che presentino elementi razzisti, xenofobi, denigratori, pornografici, blasfemi, di offesa alla morale e al senso civico, d’incitamento all’odio, alla violenza e alla discriminazione di ciascun tipo o che fungano da proclami ideologici, politici e partitici.
f) Le partecipazioni giunte:
- Prive della scheda dati
- Prive del contributo di partecipazione
- Prive dei testi con i quali s’intende partecipare
- Con la scheda di partecipazione non completata in ogni campo
- Oltre i termini di scadenza

Art. 9 – COMMISSIONI DI GIURIA: Le Commissioni di Giuria, differenziate per le varie sezioni a concorso, sono presiedute dalla dr.ssa Michela Zanarella e sono costituite da poeti, scrittori, critici ed esponenti del panorama letterario:
Sez. A – POESIA IN LINGUA: Michela Zanarella, Emanuele Marcuccio, Vincenzo Monfregola, Rita Stanzione.
Sez. B – POESIA IN DIALETTO / LINGUA STRANIERA: Stefano Baldinu, Giuseppe Guidolin, Vincenzo Monfregola, Antonio Maddamma.
Sez. C – LIBRO EDITO DI POESIA: Valentina Meloni, Alessandra Prospero, Elvio Angeletti, Antonio Maddamma.
Sez. D – HAIKU: Valentina Meloni, Alessandra Prospero, Fabia Binci, Antonio Sacco.
Sez. E – VIDEO-POESIA: Stefano Caranti, Max Ponte, Marco Vaira, Guido Tracanna.
Sez. F – CRITICA LETTERARIA: Francesco Martillotto, Antonio Melillo, Cinzia Baldazzi, Luciano Domenighini.
Sez. G – PREFAZIONE DI LIBRO DI POESIA: Michela Zanarella, Francesco Martillotto, Stefano Baldinu, Giuseppe Guidolin. Art. 10 – PREMI: 1° premio: targa placcata in oro 24 kt, diploma con motivazione, abbonamento alla rivista “Poesia” (Crocetti Ed.) e tessera socio Ass. Culturale Euterpe anno 2019. 2° premio: targa, diploma con motivazione e libri. 3° premio: targa e diploma con motivazione.
La Giuria, inoltre, attribuirà i seguenti Premi Speciali: Premio del Presidente di Giuria, “Trofeo Euterpe”, Premio “Picus Poeticum” (alla miglior opera di un autore marchigiano), Premio “ASAS” (miglior opera in Siciliano), Premio “Le Ragunanze” (miglior opera sulla natura), Premio “Verbumlandi-art” (miglior opera sulla pace), Premio “Centro Insieme” (miglior opera sulla legalità), Premio “Il Cigno Bianco” (miglior opera sull’infanzia), Premio “Arte per Amore” (miglior opera a tema amoroso) e, fuori concorso, i Premi alla Carriera Poetica e alla Memoria. Nel caso in cui non sarà pervenuta una quantità di testi numericamente congrua o qualitativamente significativa per una sezione, l’organizzazione si riserva di non attribuire determinati premi. Tutti le opere risultate vincitrici verranno pubblicati nell’antologia del Premio. Grazie alla collaborazione dell’Amministrazione Comunale di Jesi tutti i premiati a vario titolo e i membri della Giuria potranno accedere gratuitamente ad alcuni musei della città, secondo disposizioni in via di concertazione, la cui convenzione verrà meglio esplicitata successivamente.

 Art. 11 – RESPONSO Il responso della Giuria si conoscerà nel mese di settembre 2018. A tutti i partecipanti verrà inviato il verbale per e-mail. Esso verrà pubblicato sul sito del premio: www.arteinversi.blogspot.com, su quello della Associazione: www.associazioneeuterpe.com e sui siti www.literary.it, www.concorsiletterari.it. I premiati nel podio o con i premi speciali riceveranno anche la lettera con comunicazione cartacea. Non si darà seguito a richieste in merito a posizionamenti e punteggi finali ottenuti né a commenti critici sulle proprie opere presentate.

Art. 12 - PREMIAZIONE: La cerimonia di premiazione si terrà a Jesi (AN) in un fine settimana di novembre 2018. A tutti i partecipanti verranno fornite con preavviso le indicazioni sulla data e il luogo della premiazione. I vincitori sono tenuti a presenziare alla cerimonia per ritirare il premio; qualora non possano intervenire hanno facoltà di inviare un delegato. In questo caso, la delega va annunciata a mezzo mail, all’attenzione del Presidente del Premio, dott. Lorenzo Spurio, una settimana prima della cerimonia di premiazione all’indirizzo presidente.euterpe@gmail.com Non verranno considerate deleghe annunciate in via informale a mezzo messaggistica privata di Social Networks né per via telefonica. I premi non ritirati personalmente né per delega potranno essere spediti a domicilio mediante Poste Italiane (no Corriere), previo pagamento delle relative spese di spedizione a carico dell’interessato. Non si spedirà in contrassegno.

Art. 13 – PRIVACY:
Ai sensi del DLGS 196/2003 e della precedente Legge 675/1996 i partecipanti acconsentono al trattamento, diffusione e utilizzazione dei dati personali da parte dell’Associazione Culturale Euterpe di Jesi (AN). Parimenti il partecipante, prendendo parte al concorso, è consapevole di essere a piena conoscenza delle responsabilità penali previste per le dichiarazioni false, secondo l’art. 76 del D.P.R. 445/2000.

Art. 14 – ULTIME: Il presente bando di partecipazione consta di 14 (quattordici) articoli, compreso il presente. La partecipazione alconcorso implica l’accettazione consapevole e incondizionata di tutti gli articoli che lo compongono.

DOTT. LORENZO SPURIO Presidente del Premio / Presidente Ass. Euterpe DR.SSA MICHELA ZANARELLA Presidente di Giuria

xoxo,
Giada


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...