giovedì 21 maggio 2015

RECENSIONE di Angelize II - Lucifer di Aislinn

Buon giorno, bloggers e lettori! Come promesso sono tornata qui solo per aggiornare il blog con eventi, anteprime e le poche recensioni che farò prima della sessione (non abbiatecela con me, chi di voi è uno studente universitario come me sa che è dura studiare, coltivare le proprie passioni e fare anche vita sociale). Il libro di cui vi parlerò oggi è "Angelize II - Lucifer" di Aislinn.


PREMESSA
Credo di aver rimandato a lungo la lettura di Angelize II perché non volevo che le avventure di Haniel, Hesediel e Rafael finissero, perché mi sono affezionata a loro e perché...come spiegarlo, succede sempre così quando leggi un buon libro, tu vuoi finirlo, ma allo stesso tempo senti che non vuoi finirlo perché non vivrai più altre avventure con i loro personaggi. Se riaprire il libro e leggerlo è stato come rivedere dei vecchi amici che non vedevi da tanto tempo (e il motivo per cui ho rimandato la lettura del secondo è stato proprio perché non volevo leggere la fine delle loro vicissitudini), salutarli è stato molto molto doloroso. Sì, sto quasi per mettermi a piangere.

Volevo dire un'ultima cosa nella premessa: Angelize II- Lucifer è stato pubblicato il 22 ottobre 2014, il giorno del mio compleanno!


TRAMA (da Goodreads)
Il massacro della chiesa di San Michele ha soffocato nel sangue lo scontro tra gli angeli caduti e i mezzi angeli. I pochi sopravvissuti si sono separati e, dopo aver perso amici, identità e amori, hanno tentato faticosamente di ricostruirsi una vita. Fino al momento in cui Lucifero mette in atto la sua vendetta. Il demone tradisce la Dea, riporta in vita Mikael e gli altri angeli uccisi e li trasforma nel proprio esercito personale, un’armata implacabile che ogni notte percorre le strade in cerca di vittime inermi. A contrastarlo i pochi mezzi angeli sopravvissuti, come Hesediel, pieno di rabbia e rancore, insieme ad alleati del tutto improbabili: l’arcangelo Uriel, che ha ormai imparato a vivere tra gli esseri umani, e Haniel, a cui la Dea ha concesso l’ultima possibilità per riscattarsi e salvare l’unica persona di cui gli sia mai importato. Solo che anche Lucifero ha un patto da proporgli... Mentre Mikael tenta con ogni mezzo di liberarsi dal controllo del demone, ognuno degli angeli dovrà compiere una scelta per la propria sopravvivenza — e per quella del genere umano. Tra vendetta e tradimenti, morte e redenzione, il cielo di Milano osserverà muto l’incrociarsi delle spade infuocate nell’ultima battaglia.

RECENSIONE
Vorrei cominciare questa recensione con questa gif, che esprime tutto il mio sentimento, tutte le emozioni, tutto ciò che ho provato durante la lettura di questo bellissimo libro:


Non so nemmeno se riuscirò ad esprimere tutti i feels che mi ha dato, perciò cominciamo col parlarvi del romanzo. E' passato un anno dalla battaglia nella Chiesa di San Michele a Milano, e i nostri protagonisti (Haniel e Hesediel), cercano di riprendere in mano le proprie vite e rincominciare a vivere, anche se tutti in qualche modo sono perseguitati dai fantasmi del passato. Hesediel (alias Lucas), si è trovato una nuova ragazza, molto diversa da Elena, che si chiama Veronica e lo rende felice, ma la loro felice vita insieme non è destinata a durare molto. Haniel è ancora rinchiuso nel corpo della ragazzina senza nome che abbiamo conosciuto nel primo libro e riceve un'offerta da parte della Dea: se lui ostacolerà qualunque sia il progetto del perfido Lucifero, gli riporterà indietro la persona a cui tiene di più al mondo *rullo di tamburi* Rafael. Allora, permettetemi di dire che io shippo questa coppia da quando ho conosciuto i libri di Aislinn, ma non vi dirò come finisce il libro, perché proprio com'è stata una sorpresa per me, voglio che lo sia per voi. Detto questo, Haniel ignora la proposta della Dea e incontra Lucifero, che si sta dando da fare per creare un suo esercito personale che usa per alimentare il suo potere, in poche parole, dopo aver riportato in vita gli angeli puri caduti nel primo libro, ora questi sono sotto il suo controllo e fanno tutto ciò che decide lui.

Quando Lucifero è tornato in scena, in grande stile badass, questa è l'immagine che si è dipinta nella mia mente:
Mark Pellegrino, che interpreta proprio Lucifero nel mio amato Supernatural, era l'unica persona adatta per quest'immagine. Ad ogni modo, Lucifero propone un patto ad Haniel: se ignorerà tutte le morti che gli angeli sotto il suo controllo stanno compiendo, lui gli riporterà subito in vita Rafael, e così farà, ma terrà il mio amato Hani all'oscuro dell'imbroglio che ha fatto alle sue spalle.


Ma Aislinn non solo ci fa conoscere il punto di vista di Haniel, Rafael e Hesediel, ma anche quello di Mikael e Uriel. E sì, devo dire la verità, mi sono affezionata molto a Uriel.

Okay, non so quale dei due sia la più "bitch" del libro, ma di sicuro sono alla pari. E sì, anche stavolta l'immagina è presa proprio da Supernatural e quest'attore interpreta proprio Michele!

Vorrei dire un'ultima cosa: Mikael e Lucifero mi ricordano proprio il Michele e il Lucifero della Bibbia, e non posso dire altro perché sto rischiando un grosso spoiler, perciò vi lascio due immagini che esprimono i miei feels riguardo a Mikael e Lucifero.


CONCLUSIONI FINALI
La duologia di Angelize rimarrà impressa a fuoco nel mio cuore, come le bruciature delle spade angeliche degli angeli puri. Ho trovato questo libro per puro caso e mi sono subito sentita attratta da lui, non conoscevo Aislinn e in quel periodo leggevo pochissimi autori italiani, posso quindi affermare che Angelize è stato il primo libro di un autore italiano contemporaneo che io abbia letto. E' stato il periodo in cui il mio blog ha iniziato a crescere e a diventare quello che è ora, quindi sono felice di essermi messa in gioco a recensire libri di autori italiani self e non e di avviare collaborazioni con CE. Ma torniamo ad Angelize, io ho amato e shippo continuamente, anche ora che ho finito di leggere il secondo libro Rafael e Haniel, sul serio, non ho mai shippato così tanto una coppia come shippo loro due. In più di un'occasione leggevo il libro e dentro di me, mentre leggevo le scene che li riguardavano pensavo:

Leggerò sicuramente altri libri di Aislinn, mi ha conquistata con Angelize e sono curiosa di leggere altri suoi romanzi. Non sono pronta per dire addio a questi libri...


...Ma mi rendo conto che i loro personaggi rimarranno per sempre nel mio cuore, perché la duologia di Angelize è entrata ufficialmente a far parte dei miei libri preferiti.

Infatti, non sono pronta, ma accetterò tutto questo. Le emozioni che mi ha donato questa duologia sono incredibili, in più di un'occasione avrei voluto che i personaggi uscissero fuori dal libro per abbracciarli.

Vi saluto con una citazione tratta da questo libro:
"Al contrario" ribatté "che ti piaccia o no, devi sporcarti, soffrire con loro, metterti sul loro piano, per aiutare le persone. E' quando le guardi dall'alto in basso che la visione è distorta."
(Uriel a Elemiah)

Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...