domenica 24 aprile 2016

RECENSIONE de Abbracciata dal fuoco di Chiara Cilli

Buona sera, bloggers e lettori! Innazitutto vi chiedo scusa per essere così poco presente ma sono presa con le bombe con tutto quello che devo fare e il tempo a mia disposizione non è molto, chiedo scusa anche a Chiara Cilli per non aver ancora fatto il Release Blitz de "Abbracciata dal fuoco", ma non ne ho proprio avuto il tempo in queste due settimane, lo farò appena mi sarà possibile. Questa sera vi delizio con una recensione proprio dell'ultimo libro della Guerra degli Dei di Chiara Cilli, un'autrice bravissima che da due anni è entrata a far parte delle mie autrici preferite. Buona lettura!

PREMESSA
Vuoi leggere un libro eccitante, ricco di combattimento, scene di sesso super fichissime, figaccioni, amori complicati, tormentati e situazioni difficili? La risposta è semplice: Chiara Cilli. Chiara Cilli, come Morgan Cavendish, è una garanzia per me e so che ciò che troverò nei suoi libri supererà sempre le mie aspettative perché entrambe sono due autrici (di due generi diversi) che amo molto e sono entrambe molto molto brave.

TRAMA (da Goodreads)
Io e i miei compagni eravamo i migliori dell'Academīa.
Inseparabili invincibili, questo eravamo.

Non più, ed è solo colpa mia.

Non ho scelta. Devo abbandonare la mia squadra, prima che qualcun altro muoia a causa mia.
C'è solo un problema.

Falas.

Non riesco a sfuggire al suo sguardo.
Non riesco a respirare.
Perché lui non mi lascerà mai andare.

Anche se significa mettere a rischio il recupero della terza Telum Magĭcum.
Anche se significa tramutare il nostro legame in odio.

RECENSIONE
Sebbene io abbia cominciato a leggere questa serie dal secondo libro e non dal primo, ho potuto comunque apprezzare la bravura di Chiara e, come vi ho già detto, lei per me è una garanzia e ogni volta, in ogni romanzo, trovo conferme di questa sua bravura. Il romanzo riprende da dov'era terminato l'altro e ritroviamo i personaggi di sempre, Calen, Falas, Dikhran e Naur. Il rapporto tra Falas, Calen e Geass è sempre ad un punto difficile, è un triangolo che difficilmente si scioglierà, perché, sebbene la ragazza ami Falas, si sente continuamente attratta anche da Geass. Questa volta i nostri protagonisti dovranno recuperare il terzo Telum Magĭcum, che si suppone appartenga a Calen, ma scopriremo più avanti che non è così. Falas e Calen hanno un rapporto, direi inizialmente fisico (e oh mamma, quante volte ho desiderato essere al posto di Calen!), è evidente che c'è una forte attrazione sessuale tra i due, ma che non c'è solo questa, Calen ama molto Falas ma ha bisogno nella sua vita della costante presenza di Geass. Geass, a sua volta, è un personaggio ambiguo, che forse, per i lettori più attenti, questa volta ha mostrato una faccia di sé che nessuno si aspettava, ma che era annunciata nel romanzo precedente. Per poter recuperare la lancia magica appartenente al  un membro degli Elementa, Calen si dovrà fingere una ballerina di danza moderna e contemporanea (e verrà sottoposta a difficili e interminabili lezioni di danza), entrare in una prestigiosa scuola di danza e abbordare il famoso e stronzo calciatore Falko. Calen è un'ottima seduttrice, perciò non avrà problemi ad attirare Falko e ad usarlo per ottenere ciò che desidera da lui, salvo poi creare una serie di disastri che la vedranno rischiare la vita (di nuovo). E qui non posso dirvi più nulla perché sono a rischio spoiler, quindi leggete il libro!

Chiara Cilli prende quattro stelline piene, il motivo per cui non ho dato cinque stelline è che ho trovato dei refusi (che secondo me sono scappati alla correzione finale del libro) come la mancanza di accenti in alcune frasi al passato, che comunque non hanno compromesso per niente la lettura. Come dicevo, io adoro Chiara Cilli, il fatto che sia un urban fantasy ma non uno YA, bensì uno adult urban fantasy rende le cose molto molto interessanti e situazioni bollenti si mescolano a situazioni di combattimento spietato e rivelazioni scioccanti - non tanto per Calen stessa, quanto per i lettori. L'autrice dimostra ancora una volta la sua capacità di descrivere molto bene tanto ambienti esterni quanto la complessa psicologica dei personaggi e la confusione interiore provata da Calen stessa nell'indecisione che si trova a vivere, poiché ama Falas ma sente di essere attratta inevitabilmente anche da Geass, con il quale (cosa molto interessante) non ha mai rapporti sessuali, cosa che invece capita sempre con Falas. Lasciatemelo dire, Falas è di una bellezza micidiale, una bellezza che in questo momento mi viene da paragonare solo a lui, il mitico, il solo, l'unico Henri Lamaze. La scrittura in prima persona favorisce un'immediata immedesimazione del lettore in Calen, e insieme a lei ama, soffre, assapora le labbra di Falas. Si vede che mi piace da morire Falas? *just a little bit*

Vi lascio con un brano tratto da questo libro che vi consiglio con tutto il cuore. Spero che anche voi amiate i libri di Chiara Cilli quanto li amo io.
"Più lo assaporavo, più cadevo inevitabilmente. E lui precipitava con me. Non c'era niente di cui aver paura. Il mondo stava sprofondando con noi. Ce lo stavamo trascinando dietro perché nulla aveva importanza, se non quello che avevamo adesso. Noi."

xoxo,
Giada

1 commento:

  1. Awww, grazie per questa bellissima recensione, Giada :D ♥

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...