domenica 4 ottobre 2015

Recensione di "Incantesimo" di Rachel Hawkins

Ciao a tutti, oggi sono felice di parlarvi di “Incantesimo”, il primo libro della “The Prodigium Trilogy” di Rachel Hawkins. Pronte per un po’ di magia?
 
Titolo: Incantesimo
Autore: Rachel Hawkins
Numero di pagine: 253
Prezzo: 1,99€ (eBook) – 8,42€ (cartaceo)
Anno di pubblicazione: 2015
Editore: Newton Compton Editori
Genere: Fantasy – Young Adult

The Prodigium Trilogy
#1 – Incantesimo
#2 – Maleficio
#3 – Spell Bound

Trama [da Amazon]
Benvenuti nella scuola dove è normale essere speciali.
Sophie Mercer è una ragazza di sedici anni molto particolare.
Da tre anni, infatti, ha scoperto di essere una strega: un potere che ha ereditato dal padre e dalla nonna, ma che non sa ancora gestire. Dopo che il suo primo incantesimo durante il ballo scolastico ha causato dei danni e portato grande scompiglio, la madre ha deciso di spedirla alla Hecate Hall, una scuola per ragazzi “speciali”, i Prodigium, dove eccentrici insegnanti faranno in modo che gli adolescenti imparino a usare i poteri con discrezione e soprattutto lontano dagli occhi dei normali, che potrebbero far loro del male. I suoi compagni sono dei tipi strani: mutaforma, streghe, fate, licantropi e vampiri. Per Sophie è difficile ambientarsi: le altre streghe come lei sono superficiali e viziate, se non crudeli e ambiziose, poi si prende una cotta per un giovane stregone irraggiungibile, mentre un fantasma la perseguita e la sua nuova compagna di stanza è la ragazza più odiata e temuta di tutta la scuola. Come se non bastasse, una misteriosa creatura sta attaccando gli studenti, lasciando due piccoli fori sul collo delle sue vittime, e la prima a essere sospettata è ovviamente la sua amica Jenna. Ma per Sophie le minacce non sono finite: scoprirà ben presto che un’organizzazione segreta e potentissima, L’Occhio di Dio, presente ovunque, vuole eliminare dalla faccia della terra tutti i Prodigium, mentre il Consiglio la sorveglia. Forse perché lei è la prima della lista? O forse perché ha dei poteri di cui non si rende conto?

Recensione
La protagonista della storia è Sophie Mercer, una giovane strega sedicenne che vive sola con la madre umana. Il padre di Sophie non è mai stato presente perché la madre ha preferito lasciarlo dopo che le aveva rivelato di essere uno stregone.
Nel corso degli anni Sophie è stata costretta a cambiare spesso scuola, e addirittura città, a causa della poca padronanza dei poteri magici che esercita. Dopo il suo ennesimo piccolo disastro durante il ballo della scuola, viene obbligata a trasferirsi alla Helcate Hall, un istituto per Prodigium, giovani ragazzi speciali come lei.

Alla “Hex Hall”, come viene chiamata la scuola dai ragazzi, conosce streghe e stregoni, licantropi, vampiri e fate. A differenza dei suoi compagni, che sono cresciuti in famiglie dove la magia e il soprannaturale sono cose comuni, Sophie si rende però conto di conoscere pochissimo di quel mondo. Inizia a comprendere i pericoli che corrono i Prodigium che frequentano le persone comuni e che si fanno notare più del dovuto, scopre il vero motivo per cui è finita all’istituto e le vengono svelate diverse informazioni importanti sulla sua famiglia.

Hex Hall - Cover originale
Naturalmente la sua permanenza nella scuola non è una passeggiata. Sophie finisce con l’essere la compagna di stanza di una giovane vampira che adora il rosa e che non piace a nessuno ma che per lei si rivelerà essere un’amica importante. Il gruppetto di streghe più popolari della scuola, capitanate dalla bellissima Elodie, le danno del filo da torcere sin dai primi giorni e non l’aiutano per nulla ad ambientarsi, anzi, tra scherzi, inganni e dispetti Sophie si vede spesso presa di mira da loro. Come se non bastasse, ad accentuare le ire di Elodie nei confronti di Sophie si va ad aggiungere la gelosia. Già, perché entra in campo anche il giovane e stupendo Archer Cross, lo stregone più desiderato dalle giovani ragazze dell’istituto, e ovviamente fidanzato di Elodie. Anche quest’ultimo ha un ruolo importante per Sophie nel corso della storia.
Ci sono poi i vari insegnanti e altri personaggi che, pur avendo un ruolo più marginale, hanno comunque la loro importanza per la protagonista ai fini del racconto.

Non posso svelarvi molto di più perché è una storia ricca di sorprese e colpi di scena ma vi anticipo che non tutto è come sembra o come pensate. Sophie si troverà spesso messa alla prova e man mano che metterà insieme le informazioni di cui viene in possesso, comincerà a capire qual è quadro globale della realtà in cui si trova e a cosa dovrà andare incontro.

Ho letto questa storia molto volentieri. E’ una lettura leggera, semplice, e veloce arricchita dall’ironia della protagonista, che spesso mi ha fatta sorridere e che personalmente adoro. Essendo in prima persona ci si può immedesimare con il personaggio principale e conoscere quello che pensa e come vive le varie situazioni. Sophie si è rivelata una ragazza stupenda.
Mi piacciono i drammi adolescenziali, le cotte, la vita scolastica… mi fanno tornare indietro nel tempo e immaginare come sarebbe stato se…
Infine abbiamo un pizzico di mistero. Le continue scoperte e gli avvenimenti inaspettati mantengono vivo l’interesse sin dalle prime pagine e non fanno mai annoiare. Sono arrivata in fondo alla storia e ne avrei voluto subito di più. Fortunatamente per me, il secondo capitolo è già disponibile!


* Elisa *

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...