lunedì 23 novembre 2015

Recensione - Lungo le strade della nostra vita


E’ la mia prima recensione di un libro, speriamo bene e confido in voi!
Ho appena terminato di leggere un romanzo, “Lungo le strade della nostra vita” di Eloy Moreno. E’ di quei romanzi incalzanti e ricchi di suspense come piacciono a me. La trama principale è quella su Alisia, un’insegnante che viene mandata per un breve periodo a Toledo. La sua storia è quella di una qualsiasi donna dei nostri giorni: un lavoro precario, una bambina piccola avuta dopo tante difficoltà, un marito con cui non c’è più la stessa passione e spensieratezza di un tempo… una storia comune.
Ma per Alisia tutto cambierà quando arriverà a Toledo: si perderà tra i vicoletti tortuosi della città, tra la sua magia e le sue leggende. Ritroverà il rapporto con una cara zia di cui ne scoprirà i segreti, e a cui si sentirà più vicina che mai. Ma soprattutto troverà Marcos: un’affascinante poliziotto, giustiziere dei poveri e dei deboli, che le farà scoprire le bellezze e ricchezze di Toledo ma soprattutto della vita. Comincerà con lui una appassionante storia, che la farà perdere ancor di più nei sentieri della sua vita.
Le storie che si intrecciano nel romanzo sono tante: quelle di uomini e donne che lottano per mantenere un lavoro, di altri che assaporano le loro vite giorno per giorno. Di ragazzine che crescono, alcune da vittime altre da carnefici. Di donne che vivono la stessa situazione di Alisia, solo con meno pensieri.
Eloy Moreno è una nascente penna della letteratura contemporanea spagnola. Il suo primo libro, “El boligrafo de gel verde” del 2011, è stato pubblicato da lui stesso. Dopo l’iniziale successo anche grazie i vari social, il libro fu acquistato da una casa editrice che si occupò di ripubblicarlo, con delle modifiche nel testo e nella copertina. In Italia uscirà nel 2012 con il titolo “Ricomincio da te”. Nel 2014 ecco l’uscita del secondo libro, “Lo que encontré bajo el sofà”, tradotto in italiano con “Lungo le strade della nostra vita” (ai nostri editori piace molto usare la fantasia nei titoli!).
E’ vero ciò che recensisce La Vanguardia: << Un romanzo in cui chiunque ritroverà un pezzo della propria storia.>>  Le storie che racconta Moreno potrebbero essere quelle mie, vostre, di chiunque. I pensieri, le paure a cui dà forma sono quelli di tutti. Forse è proprio per la semplicità che il romanzo lo si legge tutto d’un fiato. Del resto come si dice, le cose semplici sono le più belle J

Io ve lo consiglio fortemente, è stata davvero una bella e piacevole lettura. Poi è bello pensare di aiutare un nascente e soprattutto talentuoso scrittore, che si sta facendo la sua strada da solo. Una cosa è certa: dopo questa lettura spero di poter andare presto a visitare Toledo, perché sembra il posto più bello del mondo da come lo racconta lui!

3 commenti:

  1. Ciao Alice ♥ Sai scrivere molto bene secondo me ^^ Uhh non ne avevo sentito parlare prima ma il fatto che sia scorrevole e ben scritto è davvero positivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,grazie mille sei molto gentile :) io ti consiglio di leggerlo,lettura leggera ma piacevole! Se ti va io recensisco film maggiormente,guarda anche quelle e mi dici!

      Elimina
    2. Ciao,grazie mille sei molto gentile :) io ti consiglio di leggerlo,lettura leggera ma piacevole! Se ti va io recensisco film maggiormente,guarda anche quelle e mi dici!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...