domenica 3 gennaio 2016

RECENSIONE de La Cercatrice di Sogni di Fabiola Danese

Buon giorno, bloggers e lettori! Come va? Io mi sono svegliata solamente un'ora fa perché ho finito all'una di notte di leggere il libro di Fabiola, un libro davvero bellissimo e che mi ha fatto ridere, piangere e sorridere. Spero vi piaccia la mia recensione, buona lettura!

PREMESSA
Io adoro le scrittrici della Butterfly Edizioni, questo è il secondo libro di una loro scrittrice che leggo e posso dire di essere molto molto contenta, perché apprezzo molto queste scrittrici (e scrittori). Il libro di Fabiola poi, con i suoi pregi e i suoi difetti, è un libro che non si dimentica, perciò vi invito fin d'ora a leggerlo. C'è un'altra cosa che mi premeva dirvi nella premessa, ovvero che la protagonista di questo libro, Nyx, ma il mio stesso soprannome e quando è uscito questo libro, io ne sono rimasta letteralmente fulminata. E poi, non vi dico quante cose abbiamo in comune io e Nyx!

TRAMA (da Goodreads)
Nyx ha diciassette anni e un nome greco che ricorda la notte e i suoi misteri. Da quando ha perso i suoi genitori vive con la sorella Eris che è tutto ciò che resta della sua famiglia e delle sue radici.
Il suo migliore amico, Tris, è l'unica persona al mondo a conoscere il più grande segreto di Nyx: ogni notte, quando si addormenta, lei raggiunge le anime perdute e le accompagna verso il loro destino.
A stravolgere l'equilibrio della sua vita arriverà Aries, un ragazzo dai magnetici occhi verdi che la segue dappertutto e nasconde dentro di sé lati oscuri che neppure ricorda di possedere.
Tra sogni e visioni, amori difficili e amicizie sull'orlo del precipizio, Fabiola Danese racconta con grande maestria il mondo onirico che vive in ognuno di noi.
Perché non c'è niente che l'amore non possa sconfiggere, neppure l'incubo più devastante.

RECENSIONE
Nyx Cambell è una ragazza di diciassette anni che vive una vita che sembra ordinaria, ma che non lo è. Nyx è molto più di una semplice diciassettenne perché lei, da qualche anno, dalla morte dei suoi genitori in un incidente stradale, ha iniziato a manifestare un potere molto interessante: può entrare nei sogni delle persone e condurre le persone verso ciò che cercano, aiutarle a trovare sé stesse e quelle parti di sé che avevano sepolto dentro se stessi e che volevano dimenticare. Nyx adora il suo nome e il suo significato ("Notte"), e la ragione dietro il suo nome è di una bellezza enorme: i suoi genitori, che si sono conosciuti in Grecia, si sono amati sotto un cielo stellato e hanno deciso di ricordare per sempre quella notte magica chiamandola così. Al fianco di Nyx c'è l'amico di sempre, Tristan "Tris", un bel ragazzo appartenente all'alta società, che la supporta e l'aiuta meglio che può; è un amico che ha sempre provato qualcosa di più di una semplice amicizia per Nyx, ma non le ha mai confessato i suoi sentimenti perché frenato dalle mille paure che provava. La vita di Nyx, ormai abituata a scendere nel "mondo di sotto", "a scendere" per entrare nei sogni delle persone, verrà stravolta dall'incontro con Aries Nicol, un bellissimo ragazzo dagli occhi verdi (e qui Fabiola mi aveva già conquistato) che ha un triste passato come quello di Nyx: i suoi genitori sono morti in un incendio e da quel momento, lui ha sempre allontanato tutti da sé, temendo di provare affetto verso quel qualcuno perché gli sarebbe stato portato via. Le avventure che Nyx vivrà, sia con Aries che con Tris, le faranno capire tantissime cose, e la porteranno ad una delle migliori evoluzioni di personaggi a cui io abbia mai "assistito". Anche il nome di Aries ha un significato molto profondo: Aries significa Ariete, il segno che porta la luce nella notte, il segno che annuncia l'arrivo della primavera. E' risaputo che io amo gli amori complicati nei romanzi, ma quello di Aries e Nyx mi ha fatto penare come non so cosa, sono passata dall'essere felice, all'essere incavolata a piangere dalla felicità. 

La scrittura di Fabiola è fresca, giovane, una ventata d'aria in questa realtà editoriale complessa. Ho apprezzato molto i cambi di POV, dal punto di vista di Nyx, a quello di Aries e infine a quello di Tris. Tuttavia ho trovato parecchi refusi nel corso della lettura e questo, in qualche modo, giustifica il mio voto di quattro stelle. La storia è davvero molto buona e ben sviluppata e, come dicevo prima, non si dimentica affatto perché è così coinvolgente che ti sembra di "immergerti" proprio nei personaggi.


Vi saluto con due brevi brani tratti da questo bel romanzo:
"Le donne sono fatte così: 40% cervello e 60% cuore, non c'è via di scampo. Pensano sempre di dover salvare qualcuno e, quando finalmente trovano l'uomo a cui rivolgere tutte le loro attenzioni, tirano fuori il loro insano istinto da crocerossine. Le donne cercano gli amori impossibili, quelli complicati, quelli che non le fanno dormire la notte ma che prima o poi le conducono a un lieto fine. Le donne lottano per il loro lieto fine fin da piccole, fin da quando vengono regalate loro le proprie bambole, quelle sono le prime cose di cui dovranno prendersi cura, è qualcosa che mettono nel loro DNA fin dalla nascita."

"A volte la vita ti obbliga a reagire, nonostante il dolore, nonostante la necessità di restare fermo, immobile, come in attesa di un raggio di sole. A volte la vita ti obbliga a svegliarti tutte le mattine, a sorridere, a cercare di respirare di nuovo, a dirti che il meglio deve ancora venire. E così tu lo fai, ti convinci a prenderti cura di te, perché la vita, a volte, è così prepotente che ti costringe a ricominciare."

Giada

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...